QR code per la pagina originale

iTunes dietro a Windows Media tra gli streaming player

,

Internet è un luogo perfetto per statistiche di vario genere. Le classifiche offrono al pubblico una lettura sulle tendenze informatiche. Come per ogni statistica, è importante valutare i dati con attenzione; potrebbero risultare imprecisi o calcolati in modo errato.

Ricordo, ad esempio, una classifica sull’HD (Alta Definizione) di qualche tempo fa. In quella lista, i lettori più venduti riguardavano il formato HD-DVD di Toshiba. Leggendo attentamente la classifica vi era un’interessante “riga piccola”. Scrivevano che dalla lista erano escluse le consolle. Peccato che il Blue Ray deve la sua “prossima” vittoria alla Playstation 3.

Tornando al tema del post ho appena potuto constatare che iTunes è il secondo player multimediale. Nella classifica riguardante lo streaming online iTunes è secondo alle spalle di Windows Media Player (circa 50%). Al terzo posto Real Player e al quarto Quicktime.

Probabilmente nei piani di Apple, Quicktime, smetterà di esistere. Non riceve sostanziali update da vari mesi. Secondo me diverrà una tecnologia base di Mac Os X ma smetterà d’esistere come player multimediale. Potrebbe divenire il cuore di molti software basati su video ma non essere sviluppata come applicazione di riproduzione audio/video. Che ne pensate?

iTunes, nel corso degli anni, è cresciuto esponenzialmente. Ed almeno su Mac rimane un prodotto fruibile e tutto sommato veloce. Su Windows non è performante. Forse il tempo potrà migliorarlo ma non ne ho la certezza.

A livello mondiale la presenza sia di iTunes che di Quicktime è significativa: segnala una forte partecipazione e interesse di Apple in quel settore. Sicuramente l’elevata quota è permessa dall’accoppiata con l’iPod.

Notizie su: