QR code per la pagina originale

Web 2.0: cosa ne pensano i CIO?

,

Qual è l’opinione dei CIO(i responsabili dei sistemi informativi) delle aziende italiane sul Web 2.0? Se fino a qualche mese fa le società vedevano con sospetto il Web 2.0, spesso relegandolo ad attività ludiche o di intrattenimento sociale che poco avevano a che fare col business, stando ai dati pubblicati e resi disponibili nel blog dell’Osservatorio Enterprise 2.0, oggi le cose stanno diversamente.

Su un totale di circa 50 CIO intervistati, si nota come solo il 32% si dichiari ancora esitante nei confronti dell’applicazione delle logiche del Web 2.0 all’interno dell’azienda.

In particolare quel 32% di intervistati si divide come segue: il 12% nutre dubbi sull’efficacia del Web 2.0 applicato in azienda; il 18%, pur dichiarandosi curioso di poterne sperimentare gli effetti, “aspetta” ancora di capirne di più, mentre il 2%, pur essendo curioso, attende che qualcuno conferisca uno specifico mandato in tal senso.

E la restante ampia maggioranza? Ben il 54% dimostra un elevato livello di consapevolezza delle opportunità che il Web 2.0 (ovviamente riadattato secondo i singoli modelli di impresa) può offrire e, quindi, lo considerano un trend rilevante da seguire. Il 14% mancante, reputa le logiche del Web 2.0 come elementi rivoluzionari che cambieranno il modo di lavorare e organizzarsi.

Pur trattandosi di CIO che, per loro natura, sono da considerarsi sperimentatori e hanno un’elevata confidenza con il mondo digitale, si tratta di dati che lasciano pensare come ormai i tempi per l’adozione nelle aziende delle dinamiche 2.0 siano maturi.

Notizie su: