QR code per la pagina originale

Evobook N1 e T2: ultraportatili all’italiana

,

Devo, azienda italiana specializzata in Tablet PC ed Ultra-Mobile PC, ha annunciato la commercializzazione di due suoi nuovi prodotti della linea Evobook, sono il subnotebook N1 e l’UMPC T2.

L’Evobook N1 ricalca il design del NanoBook di VIA. Il suo cuore pulsante è un processore C7-M ULV VIA da 1.2GHz, la sezione grafica utilizza una scheda integrata VX700 ed un display touch-screen da 7 pollici con risoluzione WXGA (800×480 punti). La memoria è composta da 1GB di tipo RAM DDR2 e da un hard disk mobile da 60GB.

Tra le altre caratteristiche abbiamo una tastiera QWERTY con 90 tasti, telefono VoIP Bluetooth incassato a lato dello schermo, connettività wireless WiFi (802.11b/g), adattatore Fast Ethernet, porta video DVI, card reader, due porte USB, uscita cuffie, e ingresso microfono.

Le dimensioni sono estremamente contenute, circa 23×17,1×29,4 cm mentre il peso è inferiore ad 1Kg. Impossibile non notare la somiglianza con l’Eee PC di Asus, tuttavia l’Evobook N1 è un prodotto destinato ad un uso più professionale, grazie ad uno spazio di archiviazione maggiore, potenza di calcolo superiore ed all’integrazione del VoIP. Il prezzo rispecchia il settore di mercato a cui è destinato, parliamo infatti di circa 900? per il costo di listino.

L’Evobook T2 è invece un classico UMPC, privo di tastiera, che condivide col fratello N1 display, processore, chipset, quantità di memoria e connettività wireless. Le principali differenze con il subnotebook sono il form factor (22,6×14,6×26,5 cm e 850 grammi), l’hard disk da 120 GB, il supporto a Windows Tablet PC Edition e il connettore per il collegamento al cradle opzionale. Sembrerebbe inoltre che il T2 venga fornito con una batteria più capiente della quale tuttavia non viene dichiarata l’autonomia. Come per l’Evobook N1, il T2 avrà un costo di 900?

Notizie su: