QR code per la pagina originale

Zune non spezzi il cuore degli innamorati

Microsoft mette le mani avanti chiedendo preventivamente scusa agli utenti che non potranno ricevere l'agognato Zune Red entro San Valentino. Non solo: se lo Zune non arriverà, Microsoft promette completa restituzione di quanto versato all'acquisto

,

Gli utenti Microsoft Zune hanno da raccontare una storia particolare per il proprio San Valentino. In molti, infatti, stanno aspettando quel giorno in attesa dello Zune acquistato, ma se per qualcuno sarà un dolce San Valentino, per gli altri potrà essere amaro o particolarmente dolce. Questione di punti di vista.

Microsoft ha annunciato con ampio anticipo la disponibilità di uno Zune 80 Gb in edizione speciale proprio per la ricorrenza della festa degli innamorati. Il bundle prevede una speciale scocca rossa e la disponibilità di 20 nuove incisioni laser utili a personalizzare e firmare il player in vista di un regalo decisamente personale. Non solo: apposite playlist sono state pensate per fornire i vari Zune di una prima dotazione musicale in tema con la ricorrenza festeggiata.

L’offerta prevede pacco regalo e spedizione gratuita (offerta riservata per un limitato periodo di tempo e nei soli Stati Uniti), ma l’appetibilità dell’offerta ha avuto un effetto collaterale poco simpatico: a causa dell’eccessiva domanda, alcuni Zune potrebbero non essere spediti in tempo agli acquirenti, il che diviene particolarmente tedioso per un regalo completamente vanificato da un eventuale ritardo. Per questo motivo Microsoft ha messo le mani avanti inviando una mail agli utenti chiedendo pazienza e promettendo massimo impegno affinchè la scadenza venga rispettata. Ma non solo: nel caso in cui lo Zune ordinato dovesse giungere in ritardo, Microsoft promette completa restituzione del denaro versato per il pagamento. Lo Zune, insomma, potrà essere conservato gratis a risarcimento della sorpresa negata.

Trattasi di un’azione di indubbia importanza simbolica e di sicuro valore che va a creare un utile buzz anche per la promozione del player Microsoft. La mail inviata agli utenti è divenuta presto di pubblico dominio e non è data a sapersi l’effettiva situazione delle forniture.

Notizie su: