QR code per la pagina originale

Come crearsi un server hosting personale [Mini Guida – Terza Parte]

,

Oggi affronteremo forse il passo più complicato nella realizzazione del nostro server personale.
Abbiamo visto cosa ci serve e abbiamo configurato la rete a livello di router e di DMZ.

La configurazione del pc che dovrà diventare il nostro server http, ftp e di posta richiede un po’ di attenzione in più, ma fortunatamente esistono ottimi tools semi automatici che ci risolvono molti problemi.
Ma questo lo vedremo un po’ più avanti, ora concentriamoci sui primi passi da fare con la nostra macchina.

Abbiamo detto che utilizzeremo Debian 4.0 che è una distribuzione molto valida e adatta per l’uso server.
A noi interesserà scaricare non tutti il Dvd o la serie di 6 Cd, ma la versione per l’installazione via rete.
Questa versione è molto comoda. Infatti è sufficiente scaricare una Iso da 170mb che permetterà di far partire un’installazione del sistema minimale. Il resto verrà scaricato in tempo reale da internet.

Quindi procuriamoci questa copia e iniziamo.
Il Pc va collegato al router (per questo primo passo sul router deve essere abilitato il dhcp server) e il cd va messo nel lettore prima dell’avvio (nota: il Bios deve prevedere la possibilità di avvio tramite cd). Avviamo il nostro futuro server e se tutto è stato fatto bene dovremo trovarci di fronte alla schermata iniziale dell’installer di Debian.

A questo punto seguiamo le istruzioni che visualizzaremo sullo schermo.
Scegliete bene la lingua e il layout della tastiera. Scegliete un hostname e un domain name (tipo server1 + dominio-mio.net) a piacere, ricordandoli però perchè vi serviranno per configurare il tutto.

Lato partizione HD, lasciate tutto di default, non personalizzate nulla. Andando avanti vi verrà chiesto poi di inserire varie user e password. Sceglietele bene e non dimenticatevele!
Conclusi questi passi, vi verrà chiesto di scegliere il mirror per il package manager cioè da dove scaricare i pacchetti aggiuntivi per concludere l’installazione.

A tal propostito vi consiglio un mirror italiano come Fastweb o Garr. Scelto il mirror vi verrà chiesto di spuntare una serie di software da installare. Voi spunterete solo “Standard System” o “Sistema di base“. Il resto non vi interessa. A quel punto l’installazione proseguirà in automatico, verranno scaricati i pacchetti di base e installati. L’ultima cosa che dovrete fare, sarà quella di scegliere “Grub” come master boot loader.

Per approfondire l’installazione di Debian e su come affinare il suo setup lato server vi consiglio questa splendida guida su Howtoforge. Segnatevela sui vostri bookmarks perchè vi servirà ancora nei prossimi passi.

A questo punto dopo il riavvio del sistema loggatevi tramite le user e password che avete scelto (come root) e andate ad installare l’SSH Server che vi permetterà di accedere al server ovunque vi troviate.
E’ molto semplice, è sufficiente digitare “apt-get install ssh openssh-server“.

Settiamo poi la rete. Vi ricordate? Avevamo scelto come Ip 192.168.1.100. Digitate dunque “netconfig“.
Vi si aprirà una interfaccia grafica molto spartana che vi permetterà di inserire i parametri di rete.
Voi metterete come IP 192.168.1.100, come gateway 192.168.1.1 (l’IP del router), come Subnet Mask 255.255.255.0 e come Dns quelli del vostro provider.

Salvate tutto e poi digitate “/etc/init.d/networking restart“. La rete dunque ripartirà con le nuove impostazioni.
A questo punto siete pronti per la configurazione “vera” del vostro server. Questo passo merita una sezione dedicata in quanto dovremmo fare alcune scelte che ci potrebbero portare verso strade differenti.

Notizie su: