QR code per la pagina originale

Blu Ray ha vinto, addio HD DVD

Toshiba potrebbe presto mollare la presa ed interrompere i propri onerosi sforzi per sostenere la battaglia persa per il formato DVD ad alta definizione. HD DVD è destinato al declino, Blu Ray è pronto a festeggiare. Manca solo l'ufficialità della resa

,

Nulla di ufficiale, ma sembra ormai certo il fatto che la fine sia vicina: il Blu Ray si appresta a vincere la battaglia dei formati per l’alta definizione ed il progetto Sony potrebbe essere incoronato direttamente da una concorrenza pronta a mollare la presa dopo un braccio di ferro durato mesi.

Nemmeno la recente pubblicità nella nottata del Super Bowl ha più fatto cambiare rotta all’imporsi del Blu Ray su una altalena che ha visto HD DVD sempre più all’angolo, sempre più in basso. I numeri non darebbero, per la verità, ancora per sconfitta Toshiba: in alcune zone è l’HD DVD ad avere la meglio e non tutti gli utenti sembrano ancora così convinti di fare l’oneroso acquisto di un lettore Blu Ray, se non passando attraverso la console Sony PlayStation 3. Ed è proprio quest’ultima console ad aver fatto la differenza tra i due formati: sebbene Microsoft abbia esternamente appoggiato HD DVD, da Redmond non è giunto alcun aiuto concreto (tantomeno tramite la Xbox 360) e la sfida si è fatta così impari.

Toshiba è pronta ora a lasciare. Già preannunciato, infatti, un prossimo “adios” da parte di Wal-Mart, il che chiuderebbe definitivamente ogni spazio residuo per la crescita del formato. Le dipartite sono infatti troppe ed importanti, rendendo così il mercato dell’alta definizione HD DVD privo di contenuti di qualità nonostante l’appetibilità dei lettori smerciati (molto meno onerosi dei rivali Sony).

Walt Disney, Fox, Lionsgate, MGM, Sony, Warner: è questo il partito che sta per avere la meglio. Paramount ed Universal rimangono con il polo avverso, arroccati dietro la syndication supportata da Microsoft, Toshiba e Intel. Per i prossimi giorni ci si attendono “grosse notizie” da Toshiba, ma già dall’azienda sono giunte parole di resa che poco spazio lasciano ad ulteriori interpretazioni o ribaltamenti improvvisi. La cosa per la verità non colima con recenti dichiarazioni provenienti ancora da Toshiba, gruppo pronto fino a poche ore prima ad esprimere imperterrito ottimismo per le proprie strategie. Il ribaltone non è atteso da nessuno e Hollywood Reporter si diceva da alcuni giorni sicuro della rinuncia di Toshiba: «an announcement is coming soon».

Ora manca solo l’ufficialità. Ma la partita può ormai dirsi conclusa.