QR code per la pagina originale

L’Antitrust ferma Telecom: non si stacchi la linea

L'Antitrust ha invitato Telecom a sospendere i distacchi delle linee telefoniche verso un gruppo di utenti con bollette gonfiate da telefonate satellitari effettuate a loro insaputa. Ancora una volta, i dialer sono i primi indiziati per la truffa

,

Non subiranno il distacco della linea gli utenti di Telecom che, a loro insaputa, avevano effettuato telefonate satellitari causando un considerevole aumento degli importi in bolletta. La decisione è stata comunicata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha invitato Telecom a sospendere i distacchi delle linee telefoniche dei tanti clienti che si rifiutano di pagare telefonate satellitari mai realizzate. La truffa ai loro danni sarebbe stata effettuata sfruttando i dialer, i software autoinstallanti in grado di modificare il numero telefonico necessario per il collegamento al provider, dirottando le chiamate su linee internazionali e satellitari.

Grazie a una capillare indagine svolta dal Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza, è emerso il coinvolgimento – non necessariamente diretto – di numerose compagnie attive nelle telecomunicazioni come Globalstar Europe, Csinfo, Eutelia, Karupa, 10993, Teleunite e Voiceplus. Uno volta installato, il dialer telefonico effettuava, all’insaputa degli utenti Telecom, telefonate verso numeri satellitari internazionali Elsacom su numerazione 008818 e 008819 e altri numeri di telefono a pagamento come 892, 199 e 899. Determinato a non pagare la parte di bolletta relativa alle telefonate satellitari, un cospicuo numero di clienti Telecom ha rischiato il distacco della linea, deciso dalla compagnia telefonica pressata dalle richieste di pagamento da Elsacom.

Esasperati dalla situazione, alcuni utenti hanno segnalato la vicenda all’Antitrust, che ha così avviato le procedure e le indagini che hanno portato alla recente decisione di interrompere il distacco delle linee. In un comunicato, l’Autorità ha sottolineato come «Telecom, per parte sua, non avrebbe fatto nulla per evitare il fenomeno e avrebbe invece preteso l’immediato e integrale pagamento delle somme, paventando agli utenti, in caso contrario, il distacco dalla linea telefonica». Il comportamento della compagnia telefonica sarà oggetto di ulteriori indagini da parte dell’Autorità, determinata a comprendere quali dinamiche abbiano portato Telecom a sottovalutare il fenomeno, cercando apparentemente di soddisfare con maggiore determinazione le istanze di Elsacom rispetto a quelle dei propri clienti. I nuclei di indagine dell’Antitrust cercheranno, inoltre, di verificare presenza e caratteristiche dei dialer che avrebbero consentito l’esecuzione della truffa telefonica su ampia scala.

Notizie su: