QR code per la pagina originale

Eee PC a soli 99,00?? Probabilmente si può

,

L’Eee PC, di cui tanto si è discusso, sembra sia finalmente giunto anche sugli scaffali dei grandi distributori italiani, dai quali sarebbero però anche letteralmente “spariti” in brevissimo tempo, data l’affluenza di utenti accorsi ad acquistare il proprio esemplare.

Attenzione però, perché se siete tra i tanti affascinati dall’UMPC di Asus ed Intel, potreste anche pagarlo solo 99,00?.

Come? Grazie ad un progetto del Ministero dell’Economia e delle Finanze denominato “Personal Computer per i Co.Co.Co.” con il quale, i lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (detti appunto Co.Co.Co.), possono ricevere un rimborso di 200,00? sull’acquisto di un PC, ed il termine del progetto è stato prorogato al dicembre 2008.

Infatti il prezzo dell’Eee PC di ASUS è di 299,00?, per cui, detratto il rimborso, verrebbe a costare solo 99,00?.

Il condizionale è però d’obbligo in quanto, nel riconoscimento del rimborso, possono sorgere problemi legati alla definizione di “Personal Computer”, in quanto l’Eee PC, come noto, non dispone di lettori ottici, prerogativa a quanto pare fondamentale secondo il Ministero, che prevede “un PC di qualsiasi tipologia, portatile o da tavolo, nuovo di fabbrica, configurato secondo le proprie esigenze” e dotato dei seguenti elementi:

  • un’unità centrale e unità disco rigido interno;
  • una scheda di gestione dell’audio e del video;
  • cun dispositivo di connessione e periferiche (video, tastiera, mouse);
  • un lettore CD Rom o DVD;
  • un sistema operativo adatto ad ospitare software applicativi di produttività o gestionali;
  • la predisposizione per l’accesso ad Internet (modem ovvero scheda di rete);

A mio avviso, però, cosa vieta l’acquisto di un CD/DVD Rom esterno, in modo da far rientrare l’Eee PC nella categoria definita dal Ministero? Infatti è noto che molti notebook non dispongono nemmeno di lettori di floppy disk per risparmiare spazio prezioso in un dispositivo portatile, ma è possibile acquistarne di esterni, da portare con sé solo quando necessario. Così, allo stesso modo, si potrebbe considerare un supporto ottico esterno quale CD Rom o DVD richiesto dal decreto.

D’altra parte il noto sito EeePC.it ha dichiarato in uno degli ultimi articoli, che alcuni utenti già avrebbero acquistato l’Eee PC usufruendo, per l’appunto, del contributo governativo.

Secondo EeePC.it, infatti, dipende tutto da cosa il commerciante dichiara di aver venduto, per cui, in questo modo, se non espressamente dichiarato che l’Eee PC non dispone di un lettore ottico, il contributo può essere regolarmente riconosciuto.

Notizie su: