QR code per la pagina originale

Toshiba abbandona HD DVD

,

La notizia è ufficiale, l’HD DVD è morto. Già da ieri, con la diffusione della notizia di un possibile abbandono di Toshiba, i suoi titoli in borsa erano schizzati in alto di ben 6 punti percentuali.

Non sappiamo se la reazione del mercato azionario abbia influito o meno, fatto sta che poco fa, in una conferenza stampa tenutasi a Tokio, Toshiba ha annunciato la decisione di abbandonare lo sviluppo e la produzione di player e masterizzatori HD DVD a partire dal mese di Marzo 2008.

A quanto dichiarato dal colosso giapponese, ad influire sulla decisione sono state in primo luogo l’abbandono di Warner Bros, che da gennaio aveva deciso di produrre e distribuire solamente film in formato Blu-Ray, e le recenti defezioni di numerose catene di vendita e catene di videonoleggi.

Ecco quanto dichiarato dal presidente e CEO di Toshiba Atsutoshi Nishida:

Abbiamo stimato con attenzione l’impatto a lungo termine del protrarsi della cosiddetta format-war siamo giunti alla conclusione che una rapida decisione rappresenterà il miglior modo per consentire lo sviluppo del mercato. Nonostante il sentimento di scontento per la compagnia e ancor più per il consumatore, le reali opportunità del mercato per i contenuti in alta definizione restano ancora non sfruttate e Toshiba è determinata a utilizzare le proprie capacità, le proprie tecnologie e la propria proprietà intellettuale per far divenire realtà la convergenza digitale

Il ritiro di HD DVD non sarà repentino, Toshiba dal mese di marzo inizierà a diminuire le consegne di lettori e masterizzatori destinati al settore retail, ed al contempo ridurrà la produzione dei supporti destinati a film ed applicazioni. Diverso il destino delle soluzioni per notebook che continueranno ad essere prodotte.

Blu-Ray vince la guerra dei formati, in parte grazie all’aiuto di PS3, con buona pace di tutti coloro che nel frattempo avevano acquistato lettori e masterizzatori per il defunto standard. Ci auguriamo che questo serva a stabilizzare un mercato fino ad oggi governato dall’incertezza e che aiuti a rendere le nuove tecnologie HD più alla portata di tutti.

Notizie su: