QR code per la pagina originale

Brevetto multi-touch per Mac OS X

,

Come ho avuto occasione di scrivere in passato, il multi-touch rappresenta una delle strade verso i futuri dispositivi di Apple. Tutto è cominciato da iPhone e iPod Touch ma, come abbiamo avuto occasione di osservare al lancio del MacBook Air, i Mac non rimarranno fuori ancora molto dalla rivoluzione delle interfacce che è ormai inesorabilmente cominciata.

Proprio in questi giorni, è trapelato un nuovo brevetto sul multi-touch di Apple.

Questa volta il brevetto è dedicato proprio al Mac OS X e sembra descrivere una sorta di “Preferenza di sistema” relativa all’interpretazione dei gesti. Nella finestra sarebbero disponibili tre modalità di interpretazione dei gesti: standard trackpad, basic multitouch e advanced multitouch.

Quindi Apple vuole lasciare la possibilità di disattivare il multitouch (modalità standard trackpad) o di attivarlo a due differenti livelli.

Per il momento possiamo dedurre che le funzioni che sono state mostrate in iPhone e nel MacBook Air (scroll, spostamento, zoom e rotazione) non sono che una “base” di quello che sarà possibile farci in futuro, questo spiegherebbe la modalità avanzata.

A proposito della modalità avanzata, nel brevetto viene spiegato che il sistema è in grado di rilevare fino a 4 dita e capire se sono o meno contigue; con una sensibilità così raffinata sarebbe possibile ad esempio selezionare un file, aprirlo, aprire Dashboard, usare Exposè o gli Spaces, tutto con un rapido gesto della mano.

Come sempre non è dato sapere se tutte le funzionalità descritte nei brevetti verranno poi realmente implementate nei prodotti, ma possiamo essere ottimisti considerando la strada che Apple ha preso ormai da inizio 2007 (a proposito mi chiedo quanto manchi all’uscita di un mouse multi-touch).

Notizie su: