QR code per la pagina originale

I videogamer iniziano ad apprezzare le DirectX 10

,

I videogamer sono una popolazione in costante ricerca di novità tecnologiche, ma Windows Vista sembra imporre un aggiornamento eccessivo dell’hardware per molti di loro, causando insoddisfazione per l’ultimo sistema Microsoft.

Il “casus belli” sono, come avrete capito, le librerie DirectX. Queste facilitano il dialogo tra il sistema e l’hardware, ed accompagnano Windows fin dalla versione 95, oltre ad essere presenti anche nei sistemi Xbox. Microsoft ha tuttavia deciso di sviluppare l’ultima versione (la 10) solo per Windows Vista, lasciando quindi fuori le piattaforme più datate, compreso Windows XP. Della questione abbiamo già parlato a suo tempo, quando l’effetto novità era mitigato dalla scarsità dei titoli disponibili per Vista.

Adesso il panorama è cambiato: molti titoli iniziano a sfruttare appieno le potenzialità delle DirectX 10, lasciando quindi perplessi tutti i gamer che non hanno cambiato PC e devono prepararsi ad un notevole aggiornamento per passare a Vista.

Chas Boyd, direttore dello sviluppo DirectX, spiega:

DirectX 10 richiede caratteristiche di Windows Vista per poter sfruttare completamente l’hardware grafico, grazie al nuovo modello di sviluppo per i driver grafici. Il periodo d’adozione di qualsiasi nuova tecnologia può far sentire alcuni utenti lasciati indietro.

Fra i titoli emblematici di questa rivoluzione c’è senza dubbio Crysis, un concentrato di innovazioni dal punto di vista della programmazione. Altri titoli che stanno stimolando l’appetito degli appassionati di realismo e animazioni fluide sono: War for Windows, BioShock, World in Conflict e Flight Simulator.

Secondo Bernd Diemer, uno degli sviluppatori di Crysis:

DirectX 10 nasce per dare un’interfaccia più pulita, caricando meno la CPU e con un set esteso di soluzioni di rendering che possono essere ottenute in tempo reale.

Ecco quindi che la situazione DirectX inizia a semplificarsi. Da una parte, infatti, Microsoft ha sperato di aumentare le vendite di Vista legandolo anche al lancio delle DirectX 10. Questo non si è verificato, ma potrebbe accadere adesso, grazie alla disponibilità di nuovi titoli. D’altro canto questo potrebbe essere un ennesimo motivo per non amare Vista, specie per coloro che non vogliono, o non possono, fare l’upgrade dell’hardware e del sistema operativo.

Notizie su: