QR code per la pagina originale

RFID sui bagagli al via le prove a Londra

,

C’e chi viaggia per lavoro chi per piacere, ma quasi tutti portano con se uno o piu bagagli, e la paura è sempre quella di poterli perdere con tutte le scomodità che questo comporta. Ogni aereoporto vede passare ogni giorno sui rulli migliaia di bagagli, e una gestione perfetta, anche se auspicabile, è assai difficile. Sembra però che si stiano studiando nuove soluzioni grazie ai RFID.

Al momento la gestione con etichette provviste di codici a barre provoca ancora errori di smistamento da parte dei sistemi automatizzati, causando danni economici sia ai passeggeri che alle compagnie stesse. L’aeroporto di Heathrow di Londra prova una nuova strada per la gestione dei bagagli.

Sembra infatti che, sulla rotta compiuta dalla linea aerea Emirates Airline, che collega Londra con Dubai lo smistamento bagagli sarà condotto con il sistema di trasmettitori RFID al posto dei codici a barre. Un esperimento lungo sei mesi che andrà a testare il funzionamento della nuova tecnologia, mettendolo a dura prova in quanto l’aeroporto di Londra è uno dei più trafficati al mondo.

I vantaggi rispetto ai vecchi codici a barre sono molti, a partire dal possibile deterioramento o alterazione che un codice a barre può subire durante il trasporto nelle varie zone dell’aereoporto, mentre gli RFID offrono maggiore sicurezza e la possibilità di inserire molti più dati riguardo il passeggero e il volo. Successivamente vengono letti attraverso scanner appositi che li smisteranno verso il volo corretto.

È solo un’altra interessante integrazione dei chip RFID nella vita di tutti i giorni. Questa tecnologia stenta ancora a partire a causa degli elevati costi che comporta, ma di certo consentirebbe lo sviluppo di ulteriori comodità. I progetti intorno agli RFID sono veramente molti, chissà se si consacrerà come il futuro codice a barre?

Notizie su: