QR code per la pagina originale

Caro Bruno Vespa

Bruno Vespa, causa vari episodi similari, è divenuto in breve il capro espiatorio di quanti contestano un approccio superficiale ed errabondo alla tv generalista. Nei giorni scorsi, a Porta a Porta, l'ennesimo caso di questo tipo

,

Caro Bruno Vespa, il mondo di internet è un po’ suscettibile. Sai, è sempre additato e tutte le colpe alla fin fine ricadono lì, come se fosse questo il mondo degli orrori ove tutto succede e nulla avrebbe invece dovuto accadere. Qui sembra si scatenino tutte le più malefiche perversioni dell’indole umana, qui sembra che il peggio venga a copulare per moltiplicarsi, qui sembra che nessuno sia immacolato e tutti siano invece macchiati di un qualche peccato segreto e terribile. Eppure, caro Bruno, ci guardiamo attorno e non vediamo tutto ciò. Noi che qui ci viviamo, ci stiamo anche abbastanza bene. Per questo vorremmo capire.

La potremmo iniziare così una ipotetica lettera a Bruno Vespa. Perchè un dialogo, quantomeno, andrebbe cercato. Chi legge i blog ne è sicuramente rimasto coinvolto nei giorni scorsi in quanto già in molti son caduti sull’argomento (in effetti ci si sente quasi costretti a dire qualcosa) ed un video portato su YouTube permette ora di avere materiale di discussione concreto. Perchè non tutti qui la sera guardano Porta a Porta, anzi. Però mia nonna lo guardava. E spesso guardava di storto questo mouse e questo schermo, e mi chiedeva se mai mi fossi imbattuto in un pedofilo, e di fare comunque attenzione. Io provavo a spiegare…

È risaputo il fatto che in Italia la cultura informatica non sia a livelli eccelsi. Anzi, sono in molti a non aver mai acceso un computer ed a guardare con assoluta indifferenza a tutto quel che succede in questo mondo virtuale così lontano e così apparentemente diverso. Lo stesso Bruno Vespa dice di se stesso di essere nato «secoli fa» e di aver scoperto solo da poco tutta quella che è la dinamica attorno ai blog. Ma prima di proseguire, sette minuti di pausa. Sette minuti intensi, che consiglio di vedere. Per capire.

Notizie su: