QR code per la pagina originale

iTunes è il secondo negozio di musica al mondo

Primatista indiscusso del mondo della rete e del commercio digitale, ora il music store Apple ha sorpassato Best Buy diventando anche il secondo più grande negozio di musica in generale. Primo rimane la catena Wal-Mart e in rimonta c'è Amazon

,

Il fatto che iTunes sia diventato il secondo più grande rivenditore di musica al mondo (non solo nell’ambito digitale) vuol dire principalmente due cose: la musica digitale vende e sempre di più le persone decidono di comprare invece di scaricare.

Il 2008 sembra dunque aprirsi nella migliore delle maniere per il mondo della musica. Dopo anni di crisi nera (che comunque non accenna a terminare) finalmente sembra che ci siano segnali molto positivi sia dalle vendite sia dall’atteggiamento delle grandi etichette.

Nel 2007 la musica digitale ha contribuito per il 6% alla crescita della vendita musicale tout court (anche se poi le perdite totali continuano ad essere superiori con un bel 10% in meno, poichè in rete si comprano canzoni sfuse e meno album) e molto del merito va ad iTunes con i suoi 50 milioni di clienti e i suoi 4 miliardi di canzoni vendute.

Cifre impressionanti che hanno consentito al music store Apple di operare il sorpasso su Best Buy (dopo quello fatto 8 mesi fa nei confronti di Amazon) e diventare il secondo negozio di musica del pianeta. Bisogna anche segnalare che c’è stato pure un forte incremento di vendita digitale in generale nell’ultimo anno: secondo l’istituto NDP quasi un milione di persone avrebbe smesso di comprare CD negli ultimi 365 giorni e quasi 5 milioni avrebbero cominciato a comprarla online.

La fascia cruciale per la vendita online sembra continuare ad essere quella tra i 36 e i 50 anni, mentre dei più giovani si sa solo che hanno smesso di comprare CD. Viene subito da pensare al P2P e al grande mondo dell’illegalità ma, sempre secondo NPD, la pirateria è in stallo se non in lieve flessione.

Ma ancora migliore è la notizia che il 2008 sarà il primo anno in cui tutte e 4 le grandi major musicali venderanno musica online priva di DRM e Amazon è l’unico store dove si possono trovare tutti i brani liberi: nei negozi della concorrenza infatti (iTunes compreso) sono disponibili brani liberi solo per alcune etichette.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni