QR code per la pagina originale

Dopo Surface ecco Microsoft TouchWall

,

Ancora un’interessante evoluzione nella corsa al touch sensitive può essere considerata TouchWall, presentata al recente Microsoft CEO Summit di Redmond. In questo caso non si tratta di un vero e proprio sistema di sostituzione del mouse, ma di un’interfaccia di navigazione semplificata, capace di rendere una qualsiasi superficie uno schermo per presentazioni, con la possibilità di scorrere la schermata, zoomare, selezionare, ingrandire, sfogliare.

Il sistema così come presentato ha anche altri vantaggi, primo fra tutti una certa semplicità produttiva che lo rende potenzialmente economico: tutte le operazioni sono rese possibili da tre laser ad infrarossi posizionati sul basso dello schermo, capaci di rilevare i movimenti della mano sullo schermo stesso ed interfacciarli con il software di interpretazione. Il tutto dovrebbe portare il sistema a costare non più di qualche centinaio di dollari, contro le ancora diverse migliaia di Surface.

Anche se molto simile, la tecnologia di TouchWall non è la stessa di Surface, in quanto quest’ultimo è capace, non solo di rilevare un oggetto al di sopra della superficie, ma di interpretarne anche le funzioni ed interfacciarlo al sistema operativo. Si tratta quindi di una tecnologia più povera che può però trovare utilizzi ed applicabilità maggiori dati i costi più contenuti.

Eccovi un filmato di dimostrazione:

Notizie su: