QR code per la pagina originale

Microsoft porta gli inserzionisti sul mobile

È ora ufficiale la possibilità per chi gestisce la propria pubblicità attraverso Microsoft di piazzare i propri banner anche sulle versioni per telefono cellulare di Live Messenger e Live Hotmail. I telefoni abilitati rimangono però ancor pochi

,

È cominciata per Microsoft l’era dell’advertising mobile sui suoi principali servizi. Da martedì, infatti, Live Messenger e Live Hotmail anche nelle versioni per cellulari avranno spazi promozionali messi a disposizione dalla società di Redmond.

La questione è ormai un fatto acclarato: un gigante come Google da tempo consente ai propri utenti (cioè coloro che scelgono di piazzare i propri banner nel circuito Google) di scegliere come distribuire la propria campagna se solo via web o anche via mobile. E anche Yahoo ha da poco portato Panama sul mobile.

Microsoft parte inizialmente con Francia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti (Germania, Olanda e Italia arriveranno a fine mese) e pianifica di portare entro la secondo metà dell’anno anche il keyword advertising su Live Search Mobile (servizio al momento già attivo in beta e solo negli Stati Uniti).

«Pensiamo che il mobile sia un’opportunità fantastica di progresso» ha dichiarato Robbie Bach, presidente della divisione entertainment di Microsoft a Pc World «È vero che solo 150 milioni di telefoni sul miliardo che si venderanno quest’anno sarà capace di visualizzare il tipo di contenuto richiesto per la pubblicità, ma si tratta di un numero destinato a triplicarsi passando in pochi anni a 500 milioni di telefoni pronti a ricevere pubblicità audio e video».

Per arrivare ai suoi obiettivi raddoppiano anche i paesi in cui è disponibile Windows Live for Mobile, 49 mercati dai 22 precedenti. Si tratta del portale di Redmond che offre accesso facile e rapido ai principali servizio della compagnia Hotmail, Messenger e Spaces.

Notizie su: