QR code per la pagina originale

Myopencity: il social network cittadino

,

Myopencity è un prodotto recente e interessante che si pone sulla scena come un social network dedicato alle singole realtà territoriali.

Si tratta di un progetto di Cultur-e, azienda che annovera tra i suoi clienti: Enel, Treccani, le Ferrovie dello Stato e anche l’Azienda dei Trasporti Milanesi.

Ma di che cosa si tratta nello specifico? Vediamo di chiarire alcune sue caratteristiche.

Leggiamo, come sempre, sul sito ufficiale la piccola presentazione.

Puoi navigare e curiosare in Myopencity.it alla ricerca di contenuti, eventi, persone o gruppi di tuo interesse senza obbligo di registrazione: esplorando vie e quartieri e selezionando le categorie di interesse trovi esattamente quello che cerchi. Spostati sulla mappa usando la barra di zoom oppure utilizzando i campi di ricerca. Passando con il mouse su un’icona vedrai un finestrella con le informazioni principali relative a quel contenuto.

Inutile sottolineare che il servizio preveda collegamenti con altri portali di social networking e che sia estremamente semplice e intuitivo da usare.

Non sono richieste, come prassi dei servizi 2.0, particolari abilità per la fruizione del servizio, basta una semplice connessione alla rete e, in questo caso non del tutto necessaria se si vuole usare il tutto in modalità passiva, una registrazione gratuita.

Ovviamente al centro del servizio ci sono, come oramai prassi comune, le utenze, che contribuiscono a mantenere vivo il social network aggiornando ogni minuto le loro idee e le loro impressioni. Eventi, impressioni, mostre, mercati, emozioni, informazioni e molto altro. È proprio questa la linfa vitale di questo servizio.

Attraverso Myopencity sarete in grado di raccogliere, in pochissimo tempo tutta una serie di dati sulla vostra città o sulla vostra zona, con quale ci si domanda.

Anche in questo caso la scelta è del singolo utente: curiosità? Voglia di organizzare qualche cosa di diverso? Semplice noia? Ricerca di informazioni. Le possibilità sono tante quante le vie della vostra città: a voi la scelta dunque.

Provate a dare un’occhiata a quanto vi viene offerto e fateci sapere cosa ne pensate.

Notizie su: