QR code per la pagina originale

Siti a sostegno del turista, all’estero e in Italia

,

Se fossi un turista in visita a Londra, avrei davvero tante risorse consultabili da smartphone per vivere al meglio la città. per esempio, la London Travel Guide, che mi offre qualche notizia storica sulla capitale inglese, informazioni sulla moneta e sui numeri utili, guida ai ristoranti, locali, pub, mezzi di trasporto di superficie e sotterranei, eventi in corso, attrazioni da non perdere e persino delle mappe.

Servizi molto simili offerti anche da London WAP Guide. Su questo sito troviamo una guida ai locali, attrazioni, club servizi, guide sulla città, link ad altri siti mobili utili e molto, molto altro, tutti affiancati da un numero telefonico da chiamare.

Per spostarmi poi ho a disposizione la versione mobile del sito della principale agenzia di trasporti, la Transport For London (TFL per gli amici). Possibilità di consultare le tabelle orarie, sapere qual’è il prossimo treno o la prossima corsa della metro che parte da una qualsiasi fermata/stazione.

Se invece devo spostarmi con il treno, la Nationan Rail mi offre la possibilità di scegliere tra un sito WAP per i telefonini meno dotati e uno ottimizzato per PDA e smartphone.

Insomma, sembra che i contenuti disponibili online per cellulari e palmari siano davvero tanti e ben forniti. La voglia di scoprire la situazione per le capitali del nostro paese e comparala a quanto disponibile per Londra nasce spontanea, quindi mi sono subito messo all’opera.

Sono andato a fare una ricerca digitando Rome WAP site su diversi motori di ricerca, poi Rome mobile site, poi ancora altre stringe. Ebbene, la desolazione più totale. Niente per sapere eventi e luoghi, niente per musei e ristoranti, niente per discoteche e alberghi. Niente per orari della metropolitana e mezzi pubblici, solo il sito mobile dell’ATAC che riporta questa dicitura: “Il servizio è disponibile tutti i giorni dalle ore 06.30 alle ore 22.00.” Figuriamoci.

Certo, se consideriamo che fine ha fatto Italia.it, c’era da aspettarselo. Ma è possibile che in Italia siamo sempre così indietro sui temi dell’innovazione? Spero solo di essere smentito da qualche vostro commento che sveli risorse “mobile” per il turismo nelle nostre capitali.

Notizie su: