QR code per la pagina originale

L’effetto dollaro

,

Con il dollaro a questi livelli, due cose sono particolarmente convenienti: un bel viaggio negli USA o l’acquisto di materiale direttamente da quelle parti. eBay in queste ore ha inviato un comunicato con il quale quantifica quanto tale aspetto è già arrivato al sentire comune trasformandosi in acquisti già concretizzati:

Sarà per via dell’accresciuto valore dell’euro o perché il commercio elettronico sta poco per volta diventando una realtà anche nel nostro Paese, fatto sta che nei primi 3 mesi del 2008 gli italiani hanno comprato dagli Usa, attraverso eBay, quasi 700.000 oggetti il che rappresenta una crescita del 18% rispetto ai primi 3 mesi del 2007, maggiore che nel Regno Unito (che ha visto un incremento di importazioni dagli Stati Uniti dell’11%).


Tale fenomeno coinvolge in modo particolare gli italiani e soprattutto alcune categorie merceologiche:

Ma cosa comprano gli italiani dagli Stati Uniti? Tra le categorie merceologiche in cui il fenomeno dell’import è cresciuto di più spiccano le attrezzature sportive (+63%), gli accessori e i ricambi per autovetture (+56%), seguiti da strumenti e forniture per ufficio (+47%) e fotografia (+44%). Da evidenziare poi una crescita importante dell’import anche nel settore degli strumenti musicali (+42%).

I quasi 150.000 italiani che, tramite eBay, hanno comprato uno o più oggetti dagli Stati Uniti nel corso del primo trimestre 2008 hanno speso in media 56 dollari per ciascun acquisto; più di spagnoli e francesi (rispettivamente 52 e 55 dollari) e appena meno di inglesi e belgi (57 e 59 dollari).

Il comunicato ha ovviamente scopo promozionale, e nella fattispecie viene segnalata tutta una serie di novità che il gruppo elenca nell’apposita pagina “eBay si rinnova“.

Semplicità, scelta e sicurezza per gli acquirenti eBay; ma anche maggiori opportunità e più vendite. Il tutto in una piattaforma sempre più sicura e il cui successo sia legato a quello dei suoi utenti.

Notizie su: