QR code per la pagina originale

EA estende l’offerta per Take-Two

Electronic Arts ha esteso la sua offerta d'acquisto da 2 miliardi di dollari nei confronti di Take-Two, che però continua a ritenere la proposta inadeguata al suo reale valore societario. L'estensione dell'offerta consentirà le valutazioni dell'antitrust

,

Continua il lungo corteggiamento da parte di Electronic Arts nei confronti della casa di videogiochi Take-Two. Da alcuni mesi il colosso dei videogame è impegnato nella non semplice acquisizione azionaria della società produttrice di numerosi titoli per console, tra cui spicca la fortunata serie GTA. Con due miliardi di dollari, EA confidava di portare a termine la transizione già alcuni mesi fa, ma Take-Two si è dimostrata fermamente determinata a resistere al piano di acquisizione senza concedere, al momento, molte alternative a Electronic Arts.

EA pare essere comunque determinata a non lasciare la sua preda, continuando a insistere sulla bontà della propria proposta, che prevede un’offerta agli azionisti di quasi 26 dollari per ogni singola azione di Take-Two. Scaduta il 16 giugno scorso, l’offerta da parte di Electronic Arts è stata estesa fino al 18 di luglio per consentire alla US Federal Trade Commission di analizzare la possibile acquisizione, così da scongiurare eventuali incompatibilità con le leggi antitrust vigenti negli Stati Uniti.

La reazione di Take-Two ai nuovi sviluppi della vicenda non si è certo fatta attendere. «L’ultima estensione dell’offerta ostile di EA non cambia il fatto che la proposta tenda ancora a sottostimare significativamente il valore di Take-Two, un’evidenza che è dimostrata dal considerevole numero di azionisti che non hanno ancora venduto le proprie azioni» ha dichiarato Strauss Zelnick, uno dei massimi responsabili di Take-Two. La società produttrice di videogiochi ha, del resto, invitato in più di una occasione i suoi azionisti a non cedere alla proposta di EA, ritenuta eccessivamente al ribasso rispetto al reale valore della compagnia.

Electronics Arts confidava nel possibile raggiungimento di un accordo con Take-Two entro aprile, mese in cui è stato lanciato il blockbuster GTA IV, così da massimizzare da subito i propri introiti. Una acquisizione nel corso dell’estate, probabilmente con un rialzo dell’offerta intorno ai 30 dollari, potrebbe comunque fornire a EA ancora buoni margini di guadagno sui titoli più venduti di Take-Two. Nella giornata di ieri, il colosso dei videogiochi ha chiuso in territorio negativo contenendo le perdite a -0,64%, mentre Take-Two ha concluso la seduta a -0,42%.

Notizie su: