QR code per la pagina originale

I client che muoiono vanno in paradiso?

,

La domanda ironica mi è sorta, quando, nella mia settimanale ricerca di novità nel mondo VoIP mi sono imbattuto in un gran numero di client VoIP che sono stati aggiornati per l’ultima volta qualche anno fa. Alcune idee mi sono sembrate anche buone e mi sono chiesto perché siano andate a morire.

Uno su tutti il progetto VOYP, un software per PalmOS, acronimo di Voice Over Your Palm, che si può ancora apparentemente acquistare a 40 dollari in una versione risalente al Settembre del 2006. Non esiste però nessun sito del produttore e nessun aggiornamento recente. Eppure software VoIP per palmari si sono diffusi rapidamente negli ultimi anni.

Di altri programmi invece semplicemente non si vedono più aggiornamenti. MiniSIP è un altro software per palmari, ma sul sito di riferimento l’ultima news risale al 15/6/2006. Un po’ vecchia, non trovate?

Un altro esempio: Woize un client VoIP, questa volta per PC. La sua ultima versione risale al 2005.

Che cos’è successo a questi software? Troppo spesso, a mio avviso, certe idee nascono in tempo o addirittura in anticipo. Poi però non ci sono energie aziendali che le sostengano fino alla maturità del mercato e muoiono prima del successo, anche se sono idee buone. Il VOYP, per esempio, è un argomento di cui si dibatte ancora oggi, che anzi, sembra essere al massimo dell’interesse. La considerazione è quindi questa: un’idea non solo deve essere buona, ma deve nascere anche nel momento giusto per avere successo.

Notizie su: