QR code per la pagina originale

Il progetto Android è in affanno

La piattaforma per smartphone sviluppata da Google potrebbe subire un sensibile ritardo rispetto al calendario previsto da Mountain View. Scelte commerciali degli operatori e le continue modifiche al software da parte di bigG sarebbero le principali cause

,

Subirà probabilmente un sensibile ritardo il debutto ufficiale sul mercato di Android, la nuova piattaforma sviluppata da Google per gli smartphone. A rivelare l’indiscrezione è il Wall Street Journal, che avrebbe ottenuto l’informazione da alcune fonti interne di Mountain View particolarmente attendibili.

Nel corso della presentazione di Android nell’autunno passato, Google aveva previsto la commercializzazione dei primi modelli dotati della nuova piattaforma entro la metà del 2008. A causa di alcuni problemi tecnici, invece, il lancio dei primi smartphone con Android potrebbe slittare di alcuni mesi fino all’ultimo trimestre dell’anno in corso. Il motivo del ritardo sarebbe dovuto ad alcuni dei trenta partner strategici identificati da Google per la diffusione della sua innovativa piattaforma per il comparto mobile.

Operatori come China Mobile e Sprint Nextel avrebbero, infatti, deciso di posticipare il lancio dei primi dispositivi a causa di disguidi interni e differenti scelte commerciali, tese a sfruttare le potenzialità di Android solamente a partire dal prossimo anno e non, come previsto, già nella seconda metà del 2008.

Stando alle rivelazioni del WSJ, il problema non sarebbe unicamente legato agli operatori e ai costruttori, ma anche agli sviluppatori di software di terze parti. I continui cambiamenti apportati da Google negli ultimi tempi al suo Android non sarebbero stati particolarmente graditi dagli sviluppatori, intenti a creare soluzioni software aggiuntive per la piattaforma. Le modifiche a codice e specifiche avrebbero, infatti, impedito uno sviluppo rapido di soluzioni stabili e tecnicamente efficienti.

Negli ultimi mesi dell’anno, a differenza di quanto previsto, potrebbero dunque affacciarsi sul mercato ben pochi modelli dotati di Android. Al momento, infatti, solamente HTC ha confermato l’intenzione di introdurre alcuni smartphone entro fine anno dotati della piattaforma sviluppata da Google. Se così fosse, Moutain View rischierebbe di veder sfumare la possibilità di imporsi aggressivamente sul mercato in una stagione proficua per le vendite come quella natalizia.

Notizie su: ,