QR code per la pagina originale

Ora Google Trends fa la spia

Google aggiunge una nuova funzione al suo servizio Trends. Sulla base delle ricerche effettuate sul suo motore di ricerca, Mountain View fornisce i dati sul traffico generato da buona parte dei siti del Web

,

Si arricchisce di nuovi servizi Google Trends, la sezione creata da Mountain View circa due anni fa per monitorare le parole chiave ricercate nel suo celebre motore di ricerca. La nuova funzione consente agli utenti di verificare il livello di ricerche e traffico di quasi tutti i siti presenti sul Web.

Analogamente a servizi simili offerti dai già affermati Alexa e Compete, la nuova sezione da poco lanciata fornisce i dati sulla base delle ricerche condotte su Google che hanno portato al sito web in esame. Il sistema fornisce dunque informazioni sulla popolarità dei siti presenti in Rete sulla base dell’enorme quantità di dati elaborati e analizzati quotidianamente dagli algoritmi che consentono il funzionamento del celebre motore di ricerca. Inclusi nel rilevamento del traffico e delle prestazioni dei siti web figurano dati tipici come le parole chiave inserite su Google, la collocazione geografica degli utenti e gli altri siti Internet visitati nel corso della medesima sessione con query simili.

Inserendo l’URL nella casella di richiesta di Google Trends for Websites è così possibile visualizzare un grafico con le prestazioni del sito indicato, visualizzando il numero di utenti e il loro andamento nel corso del tempo. Il periodo temporale può essere ristretto per visualizzare una precisa epoca, così come è possibile selezionare un’unica area geografica per analizzare i flussi di uno specifico traffico di utenti. Il sistema fornisce, inoltre, le informazioni sui siti web maggiormente legati all’URL di riferimento e le chiavi di ricerca maggiormente utilizzate per raggiungere il sito in fase di analisi.

Il nuovo sistema offerto da Google consente dunque ai webmaster di tenere maggiormente a bada la concorrenza, fornendo per lo meno i dati essenziali sui flussi di traffico generati e in base a quali parole chiave. Informazioni utili, che possono contribuire alla creazione di strategie mirate per il posizionamento del proprio sito web nelle pagine dei risultati di Google. La possibilità di visualizzare contemporaneamente fino a cinque differenti grafici su altrettanti siti web permette di compiere confronti approfonditi, analizzando progressi e insuccessi dei propri competitor. Basandosi su proiezioni e analisi delle ricerche, il sistema è naturalmente più preciso con i siti maggiormente visitati, caratterizzati da alti volumi di traffico. I dati su Google non vengono forniti.

Notizie su: