QR code per la pagina originale

Zitto zitto, quatto quatto, MobileMe è già in funzione…

,

Gli utenti del servizio .Mac offerto da Apple saranno coinvolti nel corso dei prossimi giorni in una piccola rivoluzione, che tramuterà i loro account nella nuova versione “me.com”, l’evoluzione dei servizi in mobilità e per lo storage offerti dalla società di Cupertino. Un passaggio molto importante per Apple, che da tempo mirava a un rilancio in grande stile della sua piattaforma un tempo chiamata .Mac e particolarmente snobbata dagli utenti, a causa della scarsa qualità dei servizi offerti.

MobileMe è stato concepito per recuperare il terreno perduto e fornire un servizio maggiormente dinamico e meno macchinoso per gli utenti interessati a conservare, e sincronizzare, dati e informazioni con un servizio “cloud”. Oltre ai nuovi iscritti, Apple dovrà naturalmente curare con particolare attenzione il passaggio dei suoi utenti storici di .Mac alla nuova piattaforma. Già nel corso del recente WWDC 08, la società di Cupertino aveva assicurato un passaggio del tutto indolore a MobileMe, con una procedura totalmente automatica tesa a non perdere nemmeno un dato archiviato dagli utenti .Mac.

I primi effetti del passaggio al nuovo sistema sono già evidenti per un numero crescente di account email “@mac.com”, che possono già ricevere i messaggi di posta anche al nuovo indirizzo “@me.com”. Ho testato personalmente il funzionamento del sistema con il mio account .Mac e tutto sembra funzionare perfettamente: il redirect sul mio vecchio indirizzo di posta avviene rapidamente e senza alcun ritardo nella trasmissione del messaggio. Servizio POP e server SMTP per “@me.com” sembrano non essere, invece, ancora disponibili per la configurazione del proprio client di posta, ma la migrazione sembra esser ormai iniziata.

Entro l’11 luglio, data prevista per il lancio negli store del nuovo iPhone 3G, Apple dovrebbe rilasciare un aggiornamento teso a portare in vita MobileMe sui computer Mac. Il passaggio richiederà con molta probabilità un nuovo update di Leopard, che potrebbe dunque raggiungere la versione 10.5.4 a poche settimane dal rilascio della 10.5.3. Tale ipotesi sembra essere supportata da alcuni screenshot circolati nel corso degli ultimi giorni, ma anche dalla logica, visto e considerato l’attuale livello di integrazione del vecchio .Mac nel sistema operativo di Apple.

Il nuovo potenziale aggiornamento dovrà, infatti, trasformare l’attuale piattaforma nella nuova MobileMe, modificando le impostazioni per iDisk, la compatibilità per la sincronizzazione con iCal e le nuove funzionalità di iPhoto per lo storage online delle fotografie. Modifiche sostanziali, che fanno presumere il rilascio di un sostanzioso pacchetto di aggiornamento.

La speranza per le migliaia di utenti di .Mac è che il nuovo aggiornamento possa finalmente destare dal torpore iDisk, il servizio di storage online afflitto da una cronica lentezza, tale da rendere spesso esasperante l’upload del più innocente e smilzo file di testo di questo mondo. Un disservizio costante e frustrante che certo non ha giovato alla diffusione di .Mac nel corso degli ultimi anni. Con MobileMe, o si cambia o si muore.

Notizie su: