QR code per la pagina originale

Sharp “Sunman”, la prima calcolatrice ecologica

,

La EL-8026 prodotta della Sharp è stata la prima calcolatrice elettronica ad energia solare. Per tale peculiarità fu soprannominata “Sunman” dai suoi creatori.

Fu immessa sul mercato nel 1976, sei anni dopo la commercializzazione del primo calcolatore tascabile, il Canon Pocketronic.

Le piccole celle fotovoltaiche non fornivano energia direttamente ai circuiti, ma ricaricavano le tre batterie che provvedevano all’alimentazione.

Le calcolatrici sostenute direttamente dal Sole, senza bisogno di accumulatori di energia, sarebbero comparse di lì a poco. La nascita di questa nuova generazione di macchine era stata possibile grazie ai progressi dell’elettronica che ne avevano ridotto al minimo i consumi.

Alta 11 centimetri e larga 6, la EL-8026 presentava sul retro due blocchi di celle fotovoltaiche, così per provvedere alla ricarica bisognava capovolgere lo strumento. Qualche tempo dopo sarebbero comparse calcolatrici similari, ma con celle poste sulla parte frontale, così da permettere la ricarica anche durante l’uso, e molto ridotte nelle dimensioni.

Sebbene fosse stata ideata per essere frequentemente esposta al Sole, il display a cristalli liquidi non era stato dotato di filtri per la protezione dai raggi ultravioletti. D’altra parte, non era stata concepita per il lavoro outdoor dal momento che al Sole doveva essere rivolta esclusivamente la parte posteriore.

La calcolatrice veniva venduta con una custodia marrone, sul retro della quale era stato aperto un varco per permetterne la ricarica.

Notizie su: