QR code per la pagina originale

Oracle arranca dopo la trimestrale

,

Netta flessione per Oracle a Wall Street dopo aver disegnato uno scenario più debole per il trimestre in corso.

La seconda società di software al mondo dopo IBM, che fa capo al miliardario Larry Ellison, prevede di chiudere i tre mesi correnti con un utile per azione compreso tra 26 e 27 cent, in linea con il consenso che prevedeva 27 cent.

I ricavi cresceranno a un ritmo compreso tra il 18 e il 20%, che sarebbe il livello più basso dal 2006.

Il trimestre concluso al 31 Maggio ha fatto registrare profitti netti per 2,04 miliardi di dollari ovvero 47 cent per azione, meglio dei 44 cent attesi, mentre il fatturato è cresciuto a 7,28 miliardi contro i 6,88 miliardi attesi.

Ricordiamo che recentemente Oracle ha completato l’acquisizione di Bea, operazione da 8,5 miliardi di dollari.

Il via libera definitivo è arrivato dopo la rimozione dell’ultimo ostacolo, rappresentato dal nulla osta da parte della Commissione Europea.

Le autorità statunitensi lo avevano già concesso nel mese di Febbraio, mentre gli azionisti di Bea avevano approvato l’operazione lo scorso 4 Aprile.

Notizie su: