QR code per la pagina originale

Xbox, altri 50 dollari in meno entro metà luglio

Se arriverà il taglio di 50 dollari per la versione Pro della console Microsoft preventivato prima del prossimo E3, la Xbox 360 potrebbe arrivare a costare 100 dollari meno della rivale di Sony. Un traguardo che non suona come una sconfitta. Anzi

,

Si rincorrono voci insistenti, dalla Reuters fino all’Hollywood Reporter (il quale citerebbe fonti anonime), per le quali Microsoft sarebbe pronta a tagliare di ben 50 dollari il prezzo della Xbox360 Pro prima dell’inizio dell’E3.

Il modello con 20 Gb di hard disk della console di Redmond arriverebbe dunque a costare 299 dollari, quasi quanto Nintendo Wii, entro il 15 di luglio. Il taglio del prezzo non sarebbe peraltro una novità. Sony rivede periodicamente il costo della Playstation 3 già da pochi mesi dopo la sua prima uscita in quanto il successo imprevisto della rivale di Nintendo, che oltre a tutti i pregi ha anche un costo bassissimo (circa 250 dollari), ha costretto tutti a rivedere il regime previsto in origine.

Eppure Microsoft è la più serena tra le due concorrenti. La sua console è sul mercato da molto più tempo (quasi un anno di più della PS3) ha venduto bene rispetto alle aspettative ed è riuscita nell’obiettivo numero uno dell’azienda di Redmond: posizionarsi per bene sotto al televisore. Il portale Xbox Live attraverso il quale vendere film, giochi e quant’altro è stato infatti un deciso successo.

Non suona quindi come una sconfitta il progettato ribasso del costo della console, specialmente in considerazione del fatto che l’ultimo taglio arrivò lo scorso agosto (da 399 a 349 dollari), in vista dell’imminente lancio di Halo per il quale tutto doveva essere il più appetibile possibile.

Con un prezzo di 299 dollari la Xbox nel suo modello di maggior successo arriverebbe a costare esattamente 100 dollari meno della Playstation 3, con in più un parco giochi più vasto e un network pieno di utenti, ma con in dote anche una fragilità (superata nelle nuove unità) che non ha paragoni nella storia delle console.

Nelle ultime ore, inoltre, ulteriore buona notizia per la console di Redmond: Microsoft ha annunciato che il successore di Rock Band giungerà primariamente su Xbox mentre nessuna notizia è ancora stata divulgata per le altre console contendenti. I giochi sono il traino primario all’acquisto delle console e queste ultime sono poi l’esca fondamentale per attrarre altri investimenti ludici: in questo meccanismo la Xbox è la console che ha partorito i vantaggi più evidenti con una media pro-capite di acquisti superiore sia ai corrispettivi dati PS3 e Wii.