QR code per la pagina originale

Le scuse di Fiat alla Cina: voi ci credete?

,

Da qualche settimana è regolarmente in onda l’ultimo spot di Fiat che cerca di promuovere la nuova versione della Lancia Delta. E fin qui niente di strano. Se non fosse che il set della pubblicità della compagnia torinese è niente poco di meno che uno degli scenari più noti del Tibet, e che il protagonista è uno dei vip che più di altri si è maggiormente impegnato per difendere, in questi anni, la causa tibetana: Richard Gere.

Immediatamente dopo il lancio mediatico della nuova campagna pubblicitaria, Fiat ha pensato bene di diffondere un comunicato nel quale si dichiarava profondamente dispiaciuta qualora lo spot avesse offeso i sentimenti del popolo cinese. E così l’azienda di Torino sui giornali e sulle TV ci è in realtà finita due volte, al prezzo di una. La prima volta per gli spot, la seconda per le scuse (gratuite) che spesso hanno attratto l’attenzione ancor più dello spot.

Ecco allora che i maliziosi pensano in realtà che lo spot fosse volontariamente creato per indurre la stessa compagnia a diffondere un comunicato ufficiale di scuse, al solo fine di far parlare nuovamente di sé.

Voi da che parte state? Lo spot è stato creato ad hoc per scaturire una successiva discussione, o credete alla buona fede di Fiat?

Per i più distratti ecco il video-spot:

Notizie su: