QR code per la pagina originale

Tariffe per l’iPhone, il punto della situazione

,

La situazione sta diventando difficile, quindi urge un chiarimento per coloro che si sono “collegati” in ritardo o che magari si sono persi quale pezzo.

Tutto parte da quando Steve Jobs presenta il nuovo iPhone 3G e annuncia le nuove nazioni nel quale il nuovo smartphone arriverà; tra queste c’è anche l’Italia e sul sito di Apple appaio i carrier che venderanno l’iPhone: si tratta di Vodafone e TIM.

La prima società a creare una pagina interamente dedicata all’iPhone è Vodafone (che comunica anche i primi prezzi dell’iPhone con ricaricabile), dopo qualche giorno arriva anche TIM (che non comunica i prezzi).

TIM esce allo scoperto dichiarando che senza abbonamento lo smartphone costerà 499? la versione da 8GB e 569? la versione da 16GB, lo stesso di Vodafone. Si iniziano a leggere le prime critiche in rete (qualcuno azzarda che sia stato creato un cartello e anche sugli abbonamenti sarà lo stesso) ma sono ancora contenute, in fin dei conti l’iPhone è un oggetto ambito e un prezzo elevato (nonostante Steve Jobs avesse detto che il prezzo sarà di 199$) ci potrebbe stare… e poi ancora non sono stati pubblicati i prezzi degli abbonamenti, magari con l’arrivo di quest’ultimi cambierà tutto.

Arrivano le anticipazioni sugli abbonamenti, le prime indiscrezioni arrivano su TIM e non sono piacevoli, si alza un coro di protesta… ma ancora non sono ufficiali.

Arrivano le anticipazioni su Vodafone, le tariffe sono peggio rispetto a quelle di TIM, altro polverone… ma anche per queste non c’è nulla di ufficiale.

Iniziano le conferme, la prima è Vodafone che, a distanza di pochissimo tempo rispetto alle anticipazioni, conferma il tutto. Ecco la tabella con le tariffe:

Le critiche divampano, a tal punto che Vodafone corre ai ripari rilasciando un comunicato nel quale si dice che il traffico di 600 MB al mese non è poco come sembra ma è più che sufficiente.

Le critiche non si calmano e addirittura per la rete si organizzano boicottaggi e petizioni…

Oggi arriva TIM, con un po’ di ritardo rispetto a Vodafone e conferma, anch’essa, le tariffe che erano state anticipate:

Anche per TIM non ci sono sconti e gli utenti, ormai amareggiati e delusi gettano quasi la spugna, nella speranza anche di H3G, che nei giorni scorsi ha fatto sapere che sta per entrare nella partita e che a Settembre venderà l’iPhone, a prezzi migliori e con maggior banda; inoltre in giro per la rete appaiono anche rumor secondo cui Fastweb potrebbe entrare a far parte del gioco in modo pesante.

TIM, per evitare il Flop, e consegnare utenti a 3 Italia, decide di fare una piccola modifica al listino delle offerte: banda illimitata (flat) nell’offerta maggiore, quella che costa 200 ? al mese. Peccato che nel contratto campeggia in bella vista una scritta che recita:

Al fine di limitare utilizzi impropri, il traffico non potrà essere superiore a 5 GB al mese. La navigazione è valida solo se si utilizza l’apn ibox.tim.it.

Quindi la banda è flat ma per evitare che i furbetti usino il cellulare come modem, scaricando con un normale PC, quindi sostituendo una connessione ADSL, nonostante i 200? mensili, limitano la banda comunque a 5GB al mese (cosa cambia? Nulla rispetto a prima, ma gli utenti vedendo illimitato sul listino, e nelle pubblicità, dovrebbero essere contenti, secondo loro).

Fine della storia, al momento questo è quanto, siamo in attesa di nuovi sviluppi…

Notizie su: