QR code per la pagina originale

WGR614L: router WiFi 802.11g open source da Netgear

,

La maggior parte dei router in commercio sono dotati di firmware basati su Linux, ma le modifiche software possono essere fatte solo dal produttore del dispositivo.

Ci sono però diversi router wireless che hanno chipset compatibili con il firmware OpenWRT, inizialmente limitato ai router della serie WRT54G della Linksys.

Netgear ha presentato il router WGR614L con processore MIPS32 a 240 MHz, 4 MB di memoria flash e 16 MB di RAM, che supporta i firmware open source DD-WRT, Tomato e, prossimamente, anche OpenWRT.

Compatibile con lo standard WiFi 802.11g, il dispositivo è dotato di due antenne (un’esterna e un’interna) con guadagno di 2 dBi, include uno switch LAN 10/100 Mbps a quattro porte, un firewall SPI (Stateful Packet Inspection), oltre a essere compatibile con tutti i protocolli di rete (VPN, NAT, PPTP, PPPoE e DHCP) e di sicurezza (WEP, WPA e WPA2).

La personalizzazione del firmware consente quindi agli sviluppatori e ai semplici utenti di adattare l’hardware per renderlo compatibile con un numero più elevato di applicazioni, tra le quali si possono menzionare quelle per il traffic shaping, per l’accesso guest attraverso un SSID separato e per il monitoraggio intelligente della larghezza di banda.

Per aiutare tutti coloro che volessero cimentarsi nella modifica del codice Linux, Netgear ha messo a disposizione il sito della community MyOpenRouter, dove è possibile effettuare il download dei firmware e del codice sorgente, consultare articoli con guide all’installazione, frequentare blog e forum.

Notizie su: