QR code per la pagina originale

Creare giochi e guadagnare con Xbox Live

Il servizio annunciato da Microsoft a febbraio, tramite il quale pubblicare e condividere i propri giochi su Xbox Live, sarà attivo entro fine anno e permetterà agli sviluppatori di guadagnare il 70% delle entrate generate dai giochi pubblicati

,

Il Gamefest 2008 è stata l’occasione per Microsoft di annunciare nel corso di una keynote alcuni nuovi dettagli sul servizio già anticipato nel mese di febbraio e che mira ad offrire la possibilità agli sviluppatori indipendenti di pubblicare e condividere i propri giochi tramite Xbox Live. Il servizio, ora chiamato ufficialmente “Xbox LIVE Community Games” e attualmente in una fase beta, sarà attivo entro fine anno (molto probabilmente nel corso dei mesi autunnali) e premetterà agli sviluppatori di ricevere fino al 70% dei guadagni generati dai loro giochi pubblicati.

Nel frattempo è possibile scaricare gratuitamente il tool di sviluppo denominato XNA Game Studio, il quale funziona con Visual Studio o Visual C# Express Edition, e registrarsi presso l’XNA Creators Club. La registrazione richiede una Premium membership dal costo di 99 dollari l’anno (o 49 dollari per quattro mesi). I membri registrati possono accedere ai giochi inviati dagli altri sviluppatori allo scopo di testarli in anteprima ed effettuare una loro valutazione tramite il servizio Peer review; saranno proprio i giudizi ricevuti dagli altri programmatori a stabilire il valore del gioco inviato e a decretarne o meno la pubblicazione su Xbox LIVE Marketplace.

Il prezzo del videogioco pubblicato verrà espresso in Microsoft Points: 200 (equivalenti a 2,50 dollari) per un prodotto fino a 50Mb, 400 o 800 (equivalenti a 5,00 e 10,00 dollari) per un prodotto che può arrivare sino a 150Mb. Secondo quanto affermato da Microsoft, gli sviluppatori riceveranno fino al 70% dei guadagni generati dal gioco pubblicato, anche se non è al momento chiaro in che modo sarà possibile controllare il guadagno generato dai vari prodotti in vendita. Per Chris Satchell, chief technology officer a Microsoft, si tratta di «una vittoria sia per gli sviluppatori che per i consumatori, poiché ciò finirà indubbiamente per incentivare i creatori di giochi a sviluppare i prodotti più belli e innovativi per Xbox 360».

Secondo Microsoft, l’iniziativa consentirà di raddoppiare il parco giochi disponibile per Xbox 360, creando una libreria di oltre 1000 titoli, tutto ciò non appena il servizio Xbox LIVE Community Games uscirà dalla attuale fase beta.