QR code per la pagina originale

Microsoft mostra a tutti l’esperimento Mojave

Microsoft ha reso pubblici, dandone una veste smaccatamente promozionale, i risultati del Mojave Experiment in cui l'inesistente "Windows Mojave" è stato giudicato positivamente da utenti inconsapevoli di essere in realtà di fronte a Windows Vista

,

Sapiente operazione pilotata, intelligente manovra, mera finzione: il “Mojave Experiment” rimarrà un mistero per molti, ma la cosa certa è che il risultato è stato raccolto in pieno. Microsoft è infatti riuscita a tirare le attenzioni sul progetto, ha fatto parlare e discutere per qualche giorno, ora si è presentata con un sito ad hoc ed ha messo in chiaro le immagini di ciò che i più scettici non riuscivano a credere: è possibile stupirsi per Windows Vista.

L’idea Microsoft, più volte espressa anche da Ballmer, è che Vista sia stato sottovalutato. Un’opera negativa di comunicazione ne ha messa in cattiva luce l’aura e Vista fin dall’inizio è stato giudicato più per i problemi raccolti per la strada che non per i vantaggi indiscutibili introdotti rispetto ad XP. Nel momento in cui il sistema operativo deve cambiar marcia e iniziare con decisione la sostituzione di XP, però, inizia a sentirsi sempre più stringente la necessità di promuovere l’immagine del sistema operativo per far capire che è cosa buona e giusta convertirsi subito a Vista senza attendere Windows 7.

Il Mojave Experiment nasce da questa idea: gli utenti che criticano Vista spesso non lo conoscono e si affidano ad un giudizio condiviso e privo di basi logiche o esperienza diretta. Microsoft avrebbe così messo davanti a telecamere nascoste una serie di utenti ai quali è stato chiesto un parere su Vista. Quindi è stato mostrato loro il “prossimo” Windows, nome in codice Mojave (decine di video sono disponibili in brevi spezzoni dimostrativi). Lo stupore di tutti di fronte alle innovazioni introdotte si è spento nel momento in cui veniva comunicato ai tester il fatto che Mojave altro non è se non proprio Windows Vista. A questo punto scaturisce lo stupore e l’effetto promozionale è ottenuto.

Mojave Experiment

Al termine dell’esperimento (la cui conduzione è trasparente solo in parte, in quanto se ne conoscono gli strumenti ma non i dettagli del modus operandi) il risultato è dunque quello desiderato. Se prima di vedere “Mojave” il voto per Vista era 4.4, dopo il test il voto era di 8.4. Dalla piena insufficienza alla promozione, il tutto con tanta rapidità da scaturire in certi casi in quel sommesso “wow” a cui Microsoft anelava fin dal principio.

Notizie su: