QR code per la pagina originale

Arrivano le prime serie per la rete con star di Hollywood

,

Forse sarà per effetto del clamore suscitato da dr. Horrible Sing-along-Blog, il mediometraggio distribuito in tre parti su internet e poi venduto su iTunes che è stato scritto e diretto da Joss Whedon (già autore di Buffy ma anche sceneggiatore di Alien 4 e Toy Story), ma sembra che stia per arrivare un’ondata di serie per la rete con attori noti.

Si tratta com’è prevedibile dei più giovani tra gli attori di Hollywood (più che altro per motivi di identità tra chi produce e chi fruisce) e tra i più sicuri ci sono Jon Heder (Baldes Of Glory, Napoleao Dyanmite) che dovrebbe essere il protagonista di “Woke Up Dead” una serie da 50 episodi di tre minuti di durata sugli zombie e Rosario Dawson (La 25esima Ora, A Prova di Morte, Clerks II) protagonista di “Gemini Division”.

Entrambe le serie sono prodotte dalla Electric Farm Entertainment che già aveva portato in rete la serie animata a basso costo “Afterworld” (anch’essa di carattere fantascientifico), riscuotendo un certo successo, dimostrato anche dal fatto che la Sony ne ha acquistato i diritti per ritrasmetterla su telefoni cellulari, via satellite e in rete.

Se però per “Woke Up Dead” non ci sono dettagli di una distribuzione alternativa a quella indipendente, per “Gemini Division” c’è già una parola della NBC Universal che potrebbe mandarla attraverso i suoi canali (televisivi o della rete) e con Sony per la distribuzione internazionale (come è avvenuto per “Afterworld”).

Ad ogni modo sembra comunque difficile un paragone con dr. Horrible Sing-along-Blog che per la sua particolare struttura (3 atti da 13 minuti ognuno), per la distribuzione (gratis a tutti per meno di una settimana poi solo a pagamento) e per la realizzazione sembra più un esperimento, benchè di grandissimo successo, che una serie vera e propria.
Oltre a questo dr. Horrible è un prodotto proam nonostante frutto di competenze, troupe e regia professionali. E’ proam nello spirito e nella realizzazione svelta e agile (solo 6 giorni per girarlo), con una storia molto attaccata al quotidiano mentre “Afterworld” è un serie tutta animata in 2D e mezzo e “Gemini Divison” avrà molti sfondi tridimensionali. Produzioni magari non più onerose ma sicuramente di spirito più ambizioso, cosa che fino ad ora non sembra pagare molto in rete.