QR code per la pagina originale

ThePirateBay vuole la pirateria libera. Criptando tutta la rete

,

A quelli di ThePirateBay si può dire di tutto (davvero) tranne che non pensino in grande. Se ricordate bene qualche tempo fa intendevano acquistare una piattaforma al largo dell’Inghilterra poichè in seguito a strani accadimenti storici relativi alla seconda guerra mondiale essa costituisce a tutti gli effetti una nazione a sè e dunque chi la possiede può farsi le proprie leggi.

Ora hanno messo in piedi (ma è da vedere se lo condurranno in porto) un progetto di criptaggio dei dati per salvaguardare la comunicazione tra utenti e chiaramente il traffico dei dati Torrent sul quale vivono. Non si tratta però di un sistema di criptaggio normale ma di un progetto di criptare TUTTA la rete, cioè effettuare il mascheramento dei dati non a livello di applicazione ma a livello di rete.

Il progetto al momento si chiama IPETEE, che non è chiaro secondo quale criterio corrisponderebbe a “Transparent End To End Encription For The Interneters”, e se implementato correttamente sarebbe in grado di criptare tutta l’informazione in uscita da un computer, anche quella generata o trasmessa da software che non supportano il criptaggio dei dati.

Se sarà sviluppata IPETEE dovrà evidentemente essere un add on al sistema operativo che scambia con la fonte (o il ricevente) della comunicazione ogni volta una chiave di criptaggio da trasmettersi prima dell’invio dati, così che questi siano inviati criptati e decriptati dopo l’arrivo.
Come si capisce anche il computer ricevente deve essere in possesso dell’add on IPETEE altrimenti non sarà possibile criptare nulla. In quel caso la comunicazione avverrebbe in maniera normale.

La cosa molto positiva dell’idea (oltre all’ovvio beneficio di uno scambio dati impenetrabile) è che la trasmissione dei dati potrebbe avvenire senza nessuna interruzione e senza che l’utente si accorga che sono in corso operazioni di criptaggio/decriptaggio dei dati.

Notizie su: