QR code per la pagina originale

Microsoft firma l’accordo con il Governo italiano

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, ed il nuovo Amministratore Delegato di Microsoft Italia, Pietro Scott Jovane, hanno siglato un protocollo d'intesa per la collaborazione delle parti nella scuola e nella PA

,

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, ha firmato un Protocollo d’Intesa con Microsoft «per lo sviluppo di soluzioni d’eccellenza tecnologiche e organizzative, in particolare nel settore della scuola». La firma per l’azienda di Redmond è stata posta da Pietro Scott Jovane, appena insediatosi come Amministratore Delegato della divisione italiana dell’azienda e presto protagonista con dichiarazioni di cordiale apertura nei confronti delle commesse nazionali: «Contribuire concretamente al superamento del digital divide nel nostro Paese e supportare l’innovazione digitale della Pubblica Amministrazione con l’ausilio dei nostri partner è per noi motivo di grande orgoglio: con il nuovo Centro di Competenza VoIP e la promozione di soluzioni di comunicazione integrata ci poniamo l’obiettivo di aiutare a migliorare efficienza, efficacia ed economicità dei servizi resi al cittadino».

Secondo quanto indicato da PubblicaAmministrazione.net l’accordo si pone lo scopo di realizzare un centro di eccellenza scolastica nel Mezzogiorno, con ulteriori collaborazioni estese a e-Democracy, Sanità, Giustizia e servizi al cittadino, nonché la «realizzazione di un progetto pilota di ammodernamento e dematerializzazione della gestione documentale degli uffici» per la Regione Friuli Venezia Giulia.

Ma la stretta di mano tra Italia e Redmond va ancor oltre. Spiega il comunciato ufficiale diramato dall’azienda: «Nel Protocollo firmato oggi Microsoft Italia si impegna anche ad attivare a Roma entro il mese di febbraio 2009 un Centro di Competenza VoIP e Unified Communication, struttura focalizzata alla diffusione dell’utilizzo della tecnologie VoIP e di Comunicazione Integrata in particolare nel settore pubblico; tale Centro di Competenza verrà federato con quello analogo già inaugurato lo scorso giugno presso la sede Microsoft di Segrate, al fine di garantire una copertura ottimale sia del territorio nazionale che dei diversi settori economici, dal pubblico al privato […] Il Ministero e Microsoft Italia concordano sul valore della diffusione delle competenze informatiche e a tal fine creeranno un’iniziativa di formazione e riqualificazione per il personale della Pubblica Amministrazione. Le iniziative in programma saranno realizzate da Microsoft Italia senza oneri a carico del bilancio dello Stato» Chiude infine il comunicato: «Per i progetti di cui sopra Microsoft Italia utilizzerà risorse proprie, in modo non esclusivo e collaborando con altri attori dell’industria informatica in Italia».

Da parte sua il Ministro Renato Brunetta offre il benvenuto a Microsoft plaudendo l’iniziativa e mettendo una ulteriore mattonella nell’opera innovatrice che il dicastero s’è preposto (con interventi che hanno già fatto ampiamente discutere nei mesi scorsi): «Desidero esprimere la mia soddisfazione per questo accordo che porterà Microsoft Italia ad offrire al nostro Paese in modo del tutto gratuito esperienze e competenze maturate a livello internazionale; in particolare è per noi di grande interesse la costituzione di un centro d’eccellenza scolastico nel Mezzogiorno per dimostrare il valore della tecnologia anche nel mondo dell’istruzione».

Notizie su: