QR code per la pagina originale

Miranda: open source per la chat

,

Quanti client per chat avete nella vostra system tray? Chi è appassionato di VoIP non può fare a meno di Skype e data la diffusione di Gmail anche Gtalk è un prodotto molto diffuso.

E mano a mano che si conoscono altre persone che usano diversi programmi di chat la tentazione di aggiungere client per tenersi in contatto con tutti gli amici o i conoscenti di lavoro diventa irresistibile. Il problema è che i programmi “parcheggiati” impegnano risorse del proprio PC e, in certi casi, anche risorse Web – Skype per esempio si basa sul protocollo P2P che come sappiamo utilizza una certa quantità di banda anche quando non lo si sta utilizzando.

Miranda è uno di quei programmi che permette di risolvere, almeno parzialmente, questo problema. Diciamo “almeno parzialmente” perché i protocolli che si possono configurare in questo programma sono molti, ma non sono tutti. Skype, per esempio, che utilizza un protocollo proprietario, a differenza di molti altri programmi che utilizzano il protocollo standard SIP, non è compreso fra i client compatibili con Miranda.

In compenso Miranda supporta il protocollo IAX. Inter-Asterisk Exchange è il protocollo inventato e utilizzato, come si evince dal nome, del noto software di centralino della Digium. Questo vuol dire che con Miranda possiamo raggruppare un buon numero di client per la chat – AIM, Gadu-Gadu, MSN – e anche l’interno di un centralino Asterisk Based.

Notizie su: