QR code per la pagina originale

Aiuto, è scomparsa l’ibernazione

Come ripristinare o disabilitare l'ibernazione.

,

Dopo alcune richieste comparse sul blog per il problema in oggetto, mi decido a scrivere un breve articolo sull’argomento.

Ricordiamo, prima di tutto, che in Windows i pulsanti di alimentazione prendono nuova vita, con una struttura tutta nuova e come sempre personalizzabile del relativo menù; per approfondire forniamo i link a due articoli di Webnews che spiegano la differenza che corre tra i vari stati dell’alimentazione e come personalizzare i pulsanti relativi.

Ora passiamo al problema riscontrato dai nostri utenti: usiamo normalmente il nostro computer e a un certo punto ci accorgiamo che è scomparsa la voce “Metti in ibernazione” dal menù che usiamo per spegnere il PC.

Lo standby funziona correttamente, magari l’ibernazione parte in Linux quando non lo vogliamo e per quanto smanettiamo tra le opzioni di personalizzazione del risparmio energia non riusciamo a ripristinare la voce mancante.

Come fare?

La soluzione in gran parte dei casi è questa:

  • eseguire come amministratore il prompt dei comandi che troviamo tra gli accessori;
  • digitare “powercfg /hibernate on” oppure “powercfg -H ON”
  • .

Non sembra che accada niente (non viene visualizzato nessun messaggio), ma la voce ricompare.

Sostituendo “OFF” a “ON” è possibile disabilitare nuovamente l’ibernazione.

La scomparsa della voce relativa all’ibernazione può essere dovuta al funzionamento di alcune applicazioni che si usano per la pulizia del disco o ad aggiornamenti del sistema.

Ricordiamo la procedura completa per eseguire il prompt come amministratore:

  • Accedere al “menu Start” cliccando sull’icona di Windows Vista in basso a sinistra;
  • entrare in “Tutti i programmi” e da lì in “Accessori”;
  • cliccare col “tasto destro” del mouse su “Blocco Note” e scegliere nel menu che compare la voce “Esegui come amministratore”;
  • se per l’utente corrente non è stato disabilitato il Controllo Account Utente, verrà richiesta l’autorizzazione alla prosecuzione, che daremo senza dubbi, digitando la password di amministrazione se richiesta (se non la conosciamo significa che non abbiamo le credenziali per completare la procedura).

Notizie su: