QR code per la pagina originale

Nokia diventa cloud con Ovi

Con le nuove implementazioni per Ovi, il colosso finlandese compie un ulteriore passo verso il suo nuovo sistema cloud. Ogni utente avrà ora la possibilità di conservare e sincronizzare online i file del proprio cellulare condividendoli con i propri amici

,

Tempo di importanti novità per Ovi, il sistema integrato per la sincronizzazione e la gestione dei propri file in mobilità annunciato circa un anno fa da Nokia. Dopo numerose integrazioni e implementazioni, il servizio offerto dal colosso finlandese ai propri utenti sembra essere ormai delinato e pronto per compiere il proprio debutto ufficiale. Con Ovi, Nokia si inserisce sulla scia dei servizi cloud offerti già da alcune società, tra cui spicca Apple con il suo MobileMe, per rendere semplice e immediata la gestione dei propri file non solo attraverso il personal computer ma anche in mobilità con il proprio telefono cellulare.

La novità principale per il servizio offerto da Nokia passa attraverso il nuovo applicativo Ovi Suite, evidente evoluzione dello storico programma Nokia Suite utilizzato per sincronizzare i propri dati da cellulare a personal computer. Il nuovo software implementato dagli sviluppatori della casa finlandese non solo consente di creare backup e salvataggi dei dati presenti sul cellulare nel proprio computer, ma permette anche di salvare e caricare file in Rete direttamente sul portale Ovi.com. Compatibile principalmente con i dispositivi della serie N, la nuova suite è in grado di sincronizzare automaticamente i dati presenti nella rubrica e nell’agenda. Il programma consente, inoltre, di scaricare dal cellulare altri dati come fotografie, file musicali e video, che a loro volta possono essere poi caricate su Ovi.com. Il medesimo procedimento può anche essere svolto in mobilità, inviando i file direttamente dal proprio Nokia al portale, che a sua volta sarà poi sincronizzato con la versione di Ovi Suite installata sul personal computer.

La soluzione proposta da Nokia consente di poter usufruire non solo di un servizio di backup cloud, ma anche di alcune opzioni tese a rendere più semplice la condivisione dei propri file online. I possessori di un account Ovi.com possono, infatti, utilizzare una cartella pubblica per condividere fotografie, video e file musicali (ogni documento non deve superare i 100 Mb) con i loro amici, che avranno la possibilità di scaricare il materiale presente nella pagina pubblica o di inserirlo nei loro blog prelevando il codice HTML fornito da Nokia. Oltre alla cartella pubblica, il servizio offre naturalmente uno spazio di storage privato protetto da password in cui conservare file riservarti o documenti per i quali non si detengono i necessari permessi per una condivisione con altri utenti.

Ovi Suite offre, infine, la possibilità di consultare da cellulare i file presenti nelle gallerie dell’applicativo anche attraverso la Rete. Tale opzione funziona unicamente quando il personal computer su cui è stata installata la suite è attivo e connesso a Internet, altrimenti risulteranno accessibili unicamente i file salvati nel servizio di storage online di Ovi.com.

Le nuove integrazioni nel “sistema Ovi” appaiono molto promettenti e dimostrano quanto Nokia sia sempre più orientata alla creazione di un supporto onnicomprensivo basato sul Web per i suoi dispositivi mobili. Ma, in assenza del WiFi, trasferire file di medie dimensioni su rete 3G comporta ancora costi molto elevati e poco vantaggiosi. Le attuali tariffe di connessione per il traffico dati attraverso rete cellulare potrebbero dunque costituire – almeno nel breve periodo – un ostacolo non indifferente per la diffusione del modello proposto dalla società finlandese.

Notizie su: