QR code per la pagina originale

REALSoftware rilascia la nuova release di REALBasic

,

La REALSoftware, casa produttrice del famoso REALBasic, ha recentemente rilasciato la “Release 4 di REALBasic 2008”. Come accaduto nelle ultime release, la software house ha concentrato i suoi sforzi nell’ottimizzazione e soprattutto nella correzione degli innumerevoli bug presenti nel suo applicativo.

Secondo la nota informativa, rilasciata in contemporanea con l’aggiornamento, la REAL dichiara che questa versione include 300 miglioramenti e 6 nuove funzioni. La speranza degli utenti è la stessa delle ultime versioni: maggiore stabilità.

Le sei novità riguardano i seguenti argomenti:

  • Blocco dei controlli: che permette di bloccare un elemento dell’interfaccia per evitare spostamenti accidentali. La funzionalità è particolarmente utile in caso di interfacce grafiche complesse;
  • Tab Stop: funzionalità che permette di “saltare” un elemento dell’interfaccia quando viene premuto il tasto Tab;
  • Ordinamento automatico delle Tab: REALbasic permette di ordinare automaticamente la sequenza dei controlli quando viene premuto il tasto Tab;
  • Aggiornamento del sistema di notifica: REALbasic include un nuovo sistema di notifica con la possibilità di gestire i messaggi da visualizzare;
  • Costanti nelle Dichiarazioni: il compilatore permette l’utilizzo di costanti e array di costanti nelle Dichiarazioni;
  • Codesign per le applicazioni Mac OS X: il codesign permette di firmare digitalmente le applicazioni in REALbasic. La firma digitale assicura maggiore sicurezza in quanto le applicazioni possono essere tracciate dallo sviluppatore. La firma viene inoltre utilizzata sulle applicazioni per Mac OS X Leopard Server. Le applicazioni normali installate su Leopard Server devono essere autorizzate dall’utente ad ogni avvio. Le applicazioni firmate devono invece essere autorizzate solo al primo avvio.

Le novità sopracitate oltre ad aggiungere interessanti interazioni contribuiscono ad un ulteriore passo in avanti nell’usabilità; elemento, quest’ultimo, che in alcune situazioni può tornare utile.

Ma come in passato, anche ora la domanda è sempre la stessa: REALBasic saprà mantenere e recuperare l’attenzione degli sviluppatori?

Notizie su: