QR code per la pagina originale

Apple sblocca gli iPhone di Hong Kong

La società di Cupertino ha da poco messo in vendita i suoi iPhone in modalità sbloccata nello store online di Hong Kong. L'inaspettata decisione potrebbe costituire un primo banco di prova per una nuova politica di distribuzione del dispositivo

,

Il nuovo iPhone 3G può essere acquistato dall’Apple Store online di Hong Kong in modalità sbloccata, senza dover sottoscrivere un abbonamento con un gestore telefonico. La decisione di Cupertino per il mercato del paese asiatico si differenzia sensibilmente dalle politiche adottate negli altri paesi in cui la nuova versione dello smartphone è sbarcata all’inizio dell’estate scorsa. Nella maggior parte dei casi, infatti, il destino dell’iPhone è strettamente legato a quello delle compagnie telefoniche, che ne gestiscono direttamente la vendita applicando offerte in abbonamento per l’utilizzo del dispositivo sulla loro rete.

Tale politica interessava anche gli utenti di Honh Kong che, fino a qualche giorno fa, potevano acquistare un iPhone 3G solamente attraverso la rete distributiva del gestore Hutchison Telecommunications. L’operatore offriva un contratto di due anni per traffico voce e dati con un costo medio intorno ai 130 Euro al mese. L’offerta non era stata accolta molto positivamente dagli utenti di Hong Kong, che speravano di poter acquistare il dispositivo senza dover passare attraverso le maglie dei contratti della compagnia telefonica.

Dopo alcuni mesi, Apple sembra aver accontentato le istanze dei consumatori del piccolo paese asiatico, offrendo loro l’opportunità di acquistare iPhone sbloccati direttamente dal suo sito web locale. Il modello da 8 Gb dello smartphone viene ora venduto al prezzo di circa 480 Euro, mentre il modello da 16 Gb viene distribuito al prezzo di circa 550 Euro. Terminata la transazione e ottenuto il tanto agognato telefono, ogni utente può poi utilizzare l’iPhone con la compagnia telefonica che preferisce.

Al momento Apple non ha fornito informazioni per spiegare la sua decisione, che sembra contraddire in una certa misura le politiche adottate negli altri paesi in cui lo smartphone viene distribuito. La società di Cupertino potrebbe aver deciso di sperimentare una vendita dei dispositivi sbloccati direttamente dal suo sito web in un’area estremamente ridotta, ma dinamica, come quella di Hong Kong (sei milioni di abitanti circa) per valutarne pregi e difetti. Non è dunque dato sapere se la medesima strada verrà seguita nell’immediato futuro anche in alcuni degli altri paesi in cui Apple distribuisce il suo iPhone.

Emergono, intanto, nuove indiscrezioni sull’andamento delle trattative per lanciare lo smartphone di Cupertino anche nel grande mercato cinese. Secondo alcune fonti, uno dei principali problemi sarebbe dettato dalle particolari richieste inoltrate dal gestore China Mobile ad Apple per la distribuzione dell’iPhone 3G. La compagnia telefonica di proprietà statale avrebbe richiesto uno smartphone modificato per il suo mercato, privo di antenna 3G e di tecnologia WiFi. Stando alle prime indiscrezioni, un simile modello di iPhone modificato sarebbe già in fase di produzione. China Mobile conta oltre 415 milioni di clienti, un bacino molto importante e ritenuto strategico dalla società di Cupertino.

Notizie su: ,