QR code per la pagina originale

La Norvegia vuole aprire iTunes

Avendo da tempo una norma che garantisce l'interoperabilità dei contenuti digitali, la Norvegia si schiera contro il modo di fare di Apple ed è pronta a denunciare iTunes se non apre i suoi brani anche a tutti i device che non vengono da Cupertino

,

Alla Norvegia non piace molto il modo di fare di Apple e in particolare la sua scelta di vendere attraverso iTunes brani musicali ascoltabili unicamente con strumenti che portano il marchio della mela. Dopo tanto protestare ora arriva anche un’ufficiale convocazione legale se Apple, come sembra, non prenderà provvedimenti entro il 3 Novembre.

È una associazione dei consumatori norvegese a sobbarcarsi l’iniziativa di trascinare davanti ad un giudice la società di Cupertino a causa del modo con cui obbliga i propri clienti all’uso esclusivo della sua tecnologia. A favore dell’associazione sta il fatto che da tempo alla Apple è stato chiesto di modificare tale restrizione e in due anni di dialoghi, benchè ci siano stati dei cambiamenti nei termini del contratto, non è stato mai ottenuto l’obiettivo principale.

Ma la Norvegia non vuole agire da sola: l’associazione consumatori, infatti, ha preso contatti con le associazioni omologhe di altri paesi europei per cercare di dare un seguito alla propria mossa mobilitando nazioni quali quelle del blocco scandinavo o Germania. «È importante dimostrare che abbiamo altre categorie di consumatori che ci danno il loro supporto e, in caso dovessimo vincere, spero che loro si muovano nella stessa direzione» ha dichiarato l’esponente Ombudsman Bjoern Erik.

A mettere in difficoltà Apple sul suolo norvegese sicuramente contribuirà il fatto che nel paese nordico già esiste di fatto una legge che garantisce ai consumatori il diritto di fruire di contenuti digitali su qualsivoglia device, norma tradita per natura dal sistema iPod/iTunes.