QR code per la pagina originale

Firefox in cantiere, tra Geode e mobile

Geode, una nuova estensione per il popolare browser open source, apre le porte ai servizi legati alla localizzazione anche su pc e laptop. Parallelamente Mozilla sta preparando anche l'attesa versione mobile di Firefox: questione di settimane

,

È stata annunciata per i prossimi giorni l’uscita di un’estensione per Firefox prodotta direttamente dai Mozilla Labs e denominata Geode. Il suo compito sarebbe nell’identificare la posizione dell’utente e arricchire la sua navigazione con dati georeferenziati.

La definizione rimane molto vaga come vago è anche il suo utilizzo, specialmente considerando che è un’estensione per un browser che si usa su pc e non su device mobili. Non è chiaro nemmeno come possa l’estensione determinare con esattezza la posizione dell’utente, anche se è facile supporre che sia in grado di farlo o triangolando segnali WiFi oppure basandosi sulle informazioni fornite dall’indirizzo IP.

Di sicuro poi tali informazioni dovrebbero essere usate al pari del geotagging (ovvero l’arricchimento delle indicazioni geografiche sulle mappe con dati e informazioni). Ma più che uno strumento in sè Geode vuole essere una porta che consente lo sviluppo di altre applicazioni garantendo la possibilità di geolocalizzazione dell’utente.

Nonostante Firefox venga usato per lo più su PC in postazioni statiche, un modo automatico per rendere noto al computer la propria posizione nel mondo può comunque essere molto utile ed avere diversi utilizzi. Senza contare poi il grande numero di laptop che non sempre vengono utilizzati dalla medesima postazione. È questa un’altra strada, insomma, per l’arrivo dei servizi di localizzazione.

Ad ogni modo si accompagna alla notizia di Geode anche l’annuncio fatto da John Lilly CEO di Mozilla sul prossimo arrivo di una versione mobile di Firefox: «Vogliamo assicurarci che il mobile web sia più simile al web di quanto lo è ora, fatto com’è di reti chiuse e separate e di una certa difficoltà per gli utenti a trovare informazioni. Il primo passo è portare Firefox sui dispositivi mobili e ci stiamo lavorando». Questione di «poche settimane».