QR code per la pagina originale

Un profilo Bresso Facebook

,

Nonostante manchi più di un anno alla scadenza naturale del suo mandato, la presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso, sembra essere determinata a sfruttare da subito le opportunità comunicative offerte dalla Rete in visione della prossima campagna elettorale. Da alcuni giorni, la Bresso ha aperto un profilo su Facebook per restare maggiormente in contatto con i suoi sostenitori e tastare il polso almeno a parte dell’elettorato.

La presidente ha deciso di rendere visibile il suo profilo solamente agli utenti accettati come amici, precludendone la visione al resto della popolazione dell’ormai affollatissimo social network. Nonostante la selezione in ingresso, l’operazione condotta online dalla Bresso sembra dare i primi frutti: a distanza di una settimana, infatti, sono quasi 600 gli amici del nuovo entourage online della presidente della Regione Piemonte. Un buon risultato con una media di 100 nuovi utenti al giorno, che potrebbero consentire a Mercedes Bresso di creare una solida comunità di supporter online.

In piccolo e su scala regionale, l’iniziativa della Bresso ricorda la scelta dei due candidati alla presidenza degli Stati Uniti, che da subito hanno attivato un profilo su Facebook per aggregare intorno a loro un’ampia e dinamica community. In pochi mesi Barack Obama è riuscito a coinvolgere più di due milioni di utenti del famoso social network, mentre John McCain si è fermato a circa mezzo milione di sostenitori. Cifre naturalmente ben lontane da quanto potrà fare Mercedes Bresso, in una regione come il Piemonte in cui vivono 4,4 milioni di persone, ma che forniscono un buon indicatore sull’efficacia dei social network come sistema per avvicinare un certo tipo di utenza alla politica.

A differenza dell’iscrizione a un partito o della semplice presenza a un comizio, diventare supporter online di un politico prevede un impegno più fluido e meno vincolante. Una buona via di mezzo tra la completa indifferenza e l’attivismo politico di un tempo. Essere “amici” online del proprio rappresentate politico crea anche una piccola illusione, che fa sentire il sostenitore maggiormente vicino al suo candidato. Non è del resto un caso se i messaggi lasciati in bacheca a Mercedes Bresso sono estremamente diretti e quasi sempre informali, con il “tu” che ha ormai definitivamente sostituito il più istituzionale “lei”.

La strategia online della presidente non si fermerà al solo Facebook. Stando alle prime informazioni, Mercedes Bresso attiverà presto un canale su YouTube e darà una rinfrescata al suo blog, finora poco considerato dagli utenti.

Notizie su: