QR code per la pagina originale

NetDipendenza contro il tecnostress

,

Spegnere gli schermi per un giorno. È questa l’iniziativa simbolica proposta da NetDipendenza Onlus e che verrà lanciata pubblicamente domani, alla Fiera di Roma.

Il nome dell’iniziativa sarà “Oggi mi sconnetto!” e mira a combattere, con un gesto significativo, il tecnostress che sempre più affligge numerose categorie lavorative.

In testa, fra queste, gli operatori ICT e i giornalisti, per i quali si registra non solo un “semplice” stress, ma una vera e propria dipendenza verso quegli oggetti tecnologici con i quali si lavora quotidianamente.

Come già detto, l’iniziativa verrà presentata il 2 dicembre a Roma, e troverà la sua applicazione pratica il prossimo 21 marzo 2009, quando (sperano in NetDipendenza) tutti staccheranno le mille spine che danno vita a computer, televisori e gadget digitali vari.

A parlare di “Oggi mi sconnetto!” è stato “Enzo Di Frenna”, presidente di NetDipendenza, il quale ha dichiarato:

“Stiamo raccogliendo adesioni di aziende, associazioni di categoria, utenti Web. Per trascorrere in primavera una giornata lontano dagli schermi e in difesa della nostra salute.
Quando le informazioni sono troppe noi siamo stanchi, tecnostressati, assonnati, deconcentrati. Invitiamo gli info-lavoratori a non subire questa condizione, ma a scegliere il momento in cui sconnettersi dai mezzi di comunicazione e dedicarsi ad attività ricreative”

L’iniziativa, senza dubbio, è lodevole. La speranza è che, da oggi sino al prossimo mese di marzo, siano numerose le aziende che, senza pensare eccessivamente al profitto e alla produttività, dedicheranno almeno un giorno alla salute dei loro dipendenti.

Notizie su: