QR code per la pagina originale

Facebook sfida OpenID con Connect

Il famoso social network ha da poco presentato Connect, un nuovo servizio concepito per rendere più semplice la gestione dei numerosi account necessari per utilizzare i servizi del Web 2.0. Il servizio sarà a breve disponibile su Hulu e Digg

,

Per semplificare la gestione degli account in Rete, Facebook ha da poco annunciato il suo nuovo servizio Connect seguendo una rotta intrapresa ormai da tempo da altre società come Yahoo, Google e Microsoft. Analogamente alla filosofia di OpenID, Facebook Connect consente di effettuare i log sui siti web compatibili utilizzando le normali credenziali di accesso per registrare e gestire il proprio profilo sul famoso social network. Una soluzione ideale per ridurre il numero di account e password da ricordare, rendendo l’esperienza online più rapida e semplice.

Stando alle prime informazioni rivelate dal New York Times, nel corso delle prossime settimane i primi siti che hanno stretto una partnership con Facebook inizieranno a fornire la possibilità di effettuare il login attraverso la nuova opzione Connect. Tra i primi partecipanti spiccano i siti web di informazione come Discovery Channel e The San Francisco Chronicle, il portale di intrattenimento Hulu e il sito per il social bookmarking Digg. Inserendo le proprie credenziali utilizzate su Facebook, gli utenti avranno la possibilità di effettuare il login e di condividere parte delle proprie attività con altri utenti iscritti al portale sociale, rendendo maggiormente partecipativa la propria esperienza online.

Per il loro Connect, gli sviluppatori di Facebook garantiscono massimo controllo e sicurezza, consentendo agli utenti di impostare quali informazioni fornire pubblicamente agli altri internauti. Il social network intende fornire una vera e propria piattaforma ai creatori di contenuti per siti di terze parti, incentivando così lo sviluppo di nuove opzioni tese a mantenere maggiormente in contatto i possessori di un account Facebook anche al di fuori del portale sociale.

Il sistema consentirà una maggiore coordinazione tra i propri profili presenti sui differenti siti online: le modifiche apportate nel profilo originario su Facebook potranno essere riportate automaticamente anche nei profili registrati negli altri portali cui si è iscritti, semplificando non poco la vita degli utenti e facendo risparmiare tempo prezioso, spesso perso nell’aggiornamento delle proprie informazioni su più siti online. I contenuti ritenuti maggiormente interessanti potranno essere segnalati da un sito web esterno direttamente a Facebook, rendendo meno compartimentata e più partecipativa l’esperienza online.

Attraverso Connect, Facebook mira a consolidare il proprio patrimonio di utenti cercando di affiancare all’esperienza del social network un servizio in grado di trasformarlo – almeno in parte – in un hub per l’intera Rete, una sorta di centro di smistamento di dati, informazioni e segnalazioni per gli utenti. La nuova strategia potrebbe rivelarsi molto importante per cercare di monetizzare in maniera più efficace l’alto numero di utenti che quotidianamente affollano il social network. Nonostante gli oltre 120 milioni di iscritti, Facebook non è ancora riuscito a trovare la strada giusta per aumentare sensibilmente i ricavi derivanti dalle sue attività. Ma il nuovo Connect potrebbe aprire nuovi scenari, rendendo il social network ancor più pervasivo nella vita dei frequentatori della Rete.

Notizie su: