QR code per la pagina originale

Femtocell a piccoli passi

La tecnologia femtocell se offerta con adeguati piani tariffari e adeguati servizi potrebbe portare nelle nostre case e nei nostri uffici le potenzialità della connessione ad internet per il traffico dati e voce dei telefoni cellulari a prezzi ragionevoli

,

Un nuovo passo verso la diffusione dell’adozione delle femtocell è stato fatto a Singapore dove la StarHub ha cominciato a mettere in commercio un’offerta molto interessante sia in termini di servizio tecnologico che di prezzo.

Le femtocell sono degli hub casalinghi collegati alla rete via banda larga ai quali possono collegarsi i telefoni cellulari e attraverso i quali essi possono fare traffico dati e voce. La loro utilità non è solo di dare copertura in zone che magari non l’hanno ma anche di garantire un servizio affidabile a costi migliori partendo dall’assunto che solitamente le persone utilizzano il proprio cellulare al chiuso (casa o ufficio che sia).

L’offerta StarHub si chiama Home Zone e costa circa 10 dollari al mese con un contratto iniziale di un anno per tutti gli utenti che già hanno un contratto telefonico e di fornitura di connessione internet casalinga con l’azienda. L’idea infatti si basa sul fatto di sfruttare la connessione che già si possiede per dare spazio al traffico di almeno quattro telefoni cellulari.

L’obiettivo vero di StarHub è di abbattere i tradizionalmente alti costi di installazione di una femtocell avvantaggiandosi della connessione già installata in casa e soprattutto sfruttando i cellulari 3G che in molti casi sono già posseduti dalle persone.

Altri studi hanno infatti dimostrato che la linea sopra la quale il servizio di installazione non dovrebbe mai salire è quella dei 100 dollari, oltre tale prezzo infatti comincia a diventare controproducente l’installazione di un hub. Dall’altra parte però una diffusa adozione della tecnologia femtocell potrebbe radicalmente cambiare non solo i contenuti di cui fruiamo e il modo in cui utilizziamo il telefono cellulare (uccidendo definitivamente le linee fisse), ma anche i modelli di business propri delle compagnie telefoniche.