QR code per la pagina originale

Wind No Limit e Mega 10 Ore: rimborsi in arrivo

,

Dopo la cessazione forzata della promozione Wind No Limit, dal 17 novembre c’è stato il passaggio automatico alla Mega 10 ore, con le reazioni positive e negative che questo ha comportato.

Una strana zona d’ombra si è però venuta a creare per tutti quelli che non hanno chiesto la disdetta per la Mega 10 ore e hanno effettuato il rinnovo della promozione Wind No Limit prima del 17 novembre.

Se da un lato Wind, nel suo breve SMS di notifica, aveva scritto che “Wap/i-mode No Limit dal 17/11 varrà SOLO per il traffico WAP”, facendo pensare quindi ad una cessazione automatica del bonus di 750 euro a partire dal 17 novembre, indipendentemente dalla data dell’ultimo rinnovo della Wind No Limit, sembrava invece che questo bonus fosse ancora attivo fino alla data di naturale scadenza della Wind No Limit, alla quale sarebbe poi subentrata la Mega 10 Ore, a patto di non aver chiesto la disdetta.

Prendiamo, come esempio chiarificatore, il mio caso: ho rinnovato la Wind No Limit 3 il 7 novembre, mi sono stati scalati 3 euro dal credito residuo e, dalle rilevazioni che ho fatto mediante il dettaglio del traffico disponibile sul 155.it, ho verificato che il 18, 19, 20 novembre e giorni seguenti il costo della navigazione Internet mi veniva scalato dal bonus dei 750 euro iniziali della promozione Wind No Limit 3. Ho pensato quindi che tutto questo sarebbe durato fino al 7 dicembre, data in cui la mia Wind No Limit 3 sarebbe naturalmente scaduta e sarebbe subentrata la Mega 10 Ore, dato che non ne ho (ancora) chiesto la disdetta e con conseguente addebito di 2 euro. Come me, molti altri hanno fatto le stesse considerazioni e i call center hanno avvallano questo ragionamento, logico e sensato dopotutto.

Poi, l’imprevisto: domenica mi vedo tutto d’un tratto azzerato il mio credito residuo sopra i 50 euro. Controllo il dettaglio del traffico e non ne trovo motivo. Chiamo il call center Wind e mi viene detto, dopo innumerevoli conversazioni, che c’è stato questo azzeramento a causa dell’addebito in un’unico momento di tutto il traffico Internet fatto nel periodo dal 17 novembre fino ad oggi che, non rientrando più nel bonus della Wind No Limit 3, doveva quindi essere scalato dal credito residuo.

Ma, per fortuna, sembra ci sia un lieto fine in questa storia. Infatti stamattina, sempre dal call center, mi assicurano che, vista la strana situazione che si è venuta a creare per molti clienti, Wind rimborserà per il traffico Internet effettuato sotto la “presunta” copertura della Wind No Limit che è invece stato scalato dal proprio credito residuo, il tutto nel giro di qualche giorno.

Se anche voi vi siete trovati in questa situazione, il consiglio è di chiamare il 155, spiegare con calma la vostra situazione all’operatore che vi risponde e chiedere il rimborso del traffico addebitato sotto presunta copertura della promozione Wind No Limit, previo controllo sul vostro dettaglio chiamate dell’effettivo addebito in questa modalità.

Resta comunque da chiarire come mai ho dovuto pagare 3 euro per usare una promozione di cui ho usufruito dal 7 al 16 novembre, sostituita poi da una promozione con un costo minore dal 17 novembre fino al prossimo rinnovo. Lo so che alla fine dei conti saranno poche decine di centesimi di differenza, ma le questioni di principio sono un brutto affare.

Notizie su: