QR code per la pagina originale

Activision e Microsoft, insieme per l’advertising

Massive, controllata Microsoft impegnata nell'in-game advertising, ha siglato un accordo con la Activision Publishing per apportare inserzioni pubblicitarie specifiche nei contesti di gioco di alcuni dei principali titoli del gruppo

,

Microsoft sta portando avanti un nuovo ennesimo modo per monetizzare il forte successo che sta raccogliendo la console Xbox 360. Oltre alla vendita delle console e dei giochi, oltre agli abbonamenti alla community Xbox Live, v’è infatti il crescente mercato dell’in-game advertising ad attirare le attenzioni sul brand di Redmond. Tutto inizia con l’acquisizione della Massive, azienda che ora sigla un importante accordo che promette una nuova accelerazione rispetti ai buoni risultati già conseguiti.

L’accordo Massive è stato siglato con la Activision Publishing (dopo una precedente collaborazione già in auge con EA), gruppo che ha al soldo una lunga serie di grandi nomi del mercato videogame. Tra le parti v’è stata già una collaborazione che nei mesi scorsi ha conseguito importanti traguardi. Il rapporto cooperativo concerneva finora due titoli quali “Guitar Hero III: Legends of Rock” e “Tony Hawk’s Proving Ground”: 330 campagne promozionali organizzate, 225 clienti già nel portfolio iniziale. Le parti firmano ora un’intesa che promette di estendere l’esperienza precedente, trasformando la partnership da esteso esperimento a consolidato business.

Dave Anderson, responsabile Activision, plaude anche ad un elemento apparentemente collaterale: «incorporando dinamiche inserzioni in-game nei nostri titoli dove appropriato, possiamo accrescere il realismo dei nostri giochi«. Le pubblicità, insomma, possono addirittura migliorare l’esperienza di gioco, il che è un aspetto oltremodo gradito dal momento in cui tale opzione è anche e soprattutto una grande opportunità per monetizzare il grande successo ottenuto. Parte dell’accordo sarà anche il portale Battle.net, riferimento online per le community WoW, StarCraft e Diablo.

Stephanie Charlebois, citata nel comunicato ufficiale Microsoft, sottolinea inoltre come l’importanza dell’in-game advertising sia nel pubblico raggiunto. Il target giovanile, infatti, risulta difficilmente raggiungibile con i media tradizionali, mentre le community online e le esperienze di gioco sono lo strumento ideale per portare avanti specifiche campagne.

Notizie su: