QR code per la pagina originale

AT&T annuncia 12.000 licenziamenti

,

AT&T società di telecomunicazioni con sede a Dallas, ha dato l’annuncio oggi di aver previsto una riduzione di 12.000 posti di lavoro, in pratica circa il 4% della forza lavoro complessiva. I tagli inizieranno a dicembre e continueranno per tutto il 2009.

Le motivazioni di questo provvedimento sono dettate dal costante rallentamento dell’economia e dalla conseguente flessione della domanda, che costringono la società a procedere anche al taglio degli investimenti previsti per il 2009 e che saranno inferiori rispetto a quelli del 2008.

La società non ha ancora individuato quali saranno le aree in cui verranno effettuati i licenziamenti, ma ha fatto sapere che si tratterebbe di personale in settori come wireless, video e banda larga, anche se non ha specificato obiettivi numerici.

Già in aprile AT&T aveva annunciato un taglio di 4600 posti soprattutto in posizioni dirigenziali.

Il piano del 2009, e gli investimenti previsti, saranno comunicati al mercato a fine gennaio in occasione del rilascio dei dati relativi al quarto trimestre 2008.

Il provvedimento influirà sulle casse della società per circa 600 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2008, somma che servirà a pagare una tantum per i dipendenti interessati. Tutto il personale colpito dal provvedimento sarà comunque tutelato dal contratto di lavoro e riceverà una indennità conforme a quanti previsto dal contratto dei lavoratori.

Notizie su: