QR code per la pagina originale

Dopo TRE, anche Wind incappa nelle “bollette pazze”

,

Alcune settimane fa, TRE Italia era incappata in un grosso errore di fatturazione di un suo fornitore di servizi che per errore aveva addebitato a molti clienti servizi mai utilizzati azzerando di fatto il loro credito telefonico.

Errore grave che TRE ha ammesso e che molto lentamente ha risolto restituendo il credito ai suoi clienti. Ora è il turno di Wind che è incappata in un problema molto simile per molti suoi clienti (circa 2000) che avevano sottoscritto la semi flat dati “Mega NoLimit“.


Il caso portato alla luce dai forum di telefonia è stato presto portato in rilievo anche dai media.

Il problema nasce da un errore tecnico di Wind che avrebbe azzerato per errore il credito delle SIM dei clienti che avevano sottoscritto il piano dati sopra menzionato.

Zero euro significa non poter navigare e telefonare, un bel danno per molti clienti. Wind è prontamente corsa ai ripari e in 3 giorni ha rimediato all’errore iniziando a restituire i crediti telefonici erroneamente sottratti.

Più veloce di TRE sicuramente, ma analogamente la comunicazione tra azienda e cliente non è stata affatto brillante.

Infatti Wind non si è adoperata per tranquillizzare i clienti che la situazione sarebbe tornata a regime in pochi giorni, sarebbe bastato un solo SMS.

Tutto questo ha comportato un bombardamento di proteste ai call-center dell’azienda che ha messo KO i centralini.

In ogni caso, tutto e bene ciò che finisce bene.

Notizie su: